Analisi della catena del valore

Guarda anche: Analisi del PESTELLO

L'analisi della catena del valore si basa su un'idea originariamente sviluppata da Michael Porter (of Le cinque forze di Porter fama).

Porter ha suggerito che le organizzazioni dovevano esaminare il modo in cui creavano valore per i loro clienti. In altre parole, dovrebbero guardare a cosa hanno fatto con i loro 'input' per produrre gli 'output' desiderati dai loro clienti.

Suddividendo le loro attività, sia dirette al cliente che attività di supporto, in una 'catena del valore', le aziende possono concentrare la loro attenzione sulla creazione del massimo valore per i clienti. Questo, a sua volta, dà loro un vantaggio rispetto ai loro concorrenti.




Catena del valore di Porter

Porter ha descritto due tipi di attività che avvengono nelle aziende:

  • Attività primarie , che sono rivolti al cliente e creano valore diretto per i clienti.



    Includono la logistica in entrata (ottenere gli input per l'azienda), le operazioni (attività all'interno dell'azienda per convertire gli input in output), la logistica in uscita (come portare il prodotto o il servizio sul mercato), il marketing e le vendite (convincere i clienti ad acquistare) e servizi post-vendita (fornendo supporto ai clienti dopo che hanno acquistato, come manutenzione o servizi aggiuntivi).

  • Attività di supporto , come la gestione delle risorse umane, l'IT e l'infrastruttura.

    Queste attività sono necessarie per il buon funzionamento delle attività primarie, ma non forniscono direttamente valore ai clienti dell'organizzazione. Possono, tuttavia, avere i propri clienti interni e possono quindi utilizzare l'analisi della catena del valore per decidere il modo migliore per servire tali clienti.



Porter ha suggerito che era utile per le aziende identificare gli elementi che contribuiscono a ciascuna di queste serie di attività e osservare come hanno contribuito a creare valore complessivo per i clienti.

È importante sottolineare che, aggiungendo più valore, le aziende possono rendersi più attraenti per i clienti e quindi competere con più successo.


Utilizzo della catena del valore per analizzare l'attività

Sono necessari tre passaggi per utilizzare la catena del valore per analizzare l'attività aziendale.

1. Identificare i processi e le attività più dettagliate che insieme costituiscono le attività primarie e di supporto

Porter ha descritto tre diversi tipi di sottoattività sia nelle attività primarie che in quelle di supporto:

  • Attività dirette , che creano valore essi stessi, come la pubblicità, o la gestione della fabbrica che produce i beni dell'azienda;
  • Attività indirette , che non aggiungono direttamente valore per i clienti, ma lo fanno assicurando che le attività dirette si svolgano senza intoppi. La gestione è un classico esempio di attività indiretta; e
  • Attività di garanzia della qualità , che verificano che le attività sia dirette che indirette funzionino efficacemente e secondo gli standard richiesti, garantendo così valore ai clienti. Questi includono cose come controlli di qualità sui prodotti, revisione delle telefonate del servizio clienti o audit di gestione.

Tutte queste attività aggiungono valore all'organizzazione. Nell'analisi della catena del valore, è importante identificare l'intera gamma di sottoattività in tutte le attività primarie e di supporto.



AVVERTIMENTO! Lo stato delle attività non è fisso


La classificazione in attività dirette, indirette e di assicurazione della qualità dipenderà dal cliente. È quindi importante identificare il cliente prima di iniziare, per evitare qualsiasi confusione.

2. Trova i collegamenti tra le attività secondarie

Il passo successivo è esaminare tutte le attività e identificare i collegamenti tra di loro. In altre parole, chiediti:

  • Quale di queste attività contribuisce ad altre o è influenzata da altre?
  • Quali attività sono interessate?
  • Come vengono influenzati?

Dovrai esaminare le categorie, poiché alcune attività dirette influenzeranno altre, così come le attività di supporto che influenzano le attività dirette.



Attività inutili

differenza tra sin cos e tan

A seconda della natura della tua attività o organizzazione, potresti scoprire di identificare alcune attività che non sono collegate a nient'altro. Potresti quindi chiederti se stanno aggiungendo valore.

Stai molto attento prima di smettere di farle.

È ovviamente possibile che non stiano facendo nulla di utile e che possano essere interrotti. Ma è molto più facile fermare qualcosa che riavviarlo sei mesi dopo, quando hai scoperto che era davvero importante.

La lezione: guarda molto, molto difficile per i collegamenti prima di presumere che non ce ne siano.

Chiedete sempre alle persone interessate e responsabili come pensano di inserirsi nell'organizzazione e come credono di aggiungere valore. Di conseguenza potresti imparare qualcosa di nuovo su come funziona l'organizzazione.

3. Cerca modi in cui potresti cambiare le cose per aumentare il valore

Il passaggio finale è cercare modi per migliorare ciò che fai per aggiungere più valore ai tuoi clienti. Sia i collegamenti che le attività sono probabili aree di miglioramento.

Ricorda che piccole modifiche possono avere effetti importanti; non sono sempre necessarie modifiche sostanziali.

SUGGERIMENTO MIGLIORE! Più siamo, meglio è…


Qualsiasi analisi strategica sarà migliore per maggiori input.

Raccogli idee dal tuo team, da altri team e persino dai tuoi clienti e concorrenti su come aggiungere valore. Migliorerà sempre la qualità e la quantità di input.


Dare priorità al cambiamento

È probabile che ti ritroverai con un lungo elenco di possibili modifiche, quindi è importante dedicare un po 'di tempo a dare loro priorità e identificare le più utili.

Ci sono molti modi per farlo, ma una versione adattata di matrice di prioritizzazione può essere molto utile. Invece di esaminare se le attività sono urgenti e / o importanti, prova la 'velocità di implementazione' e il 'valore generato':

  • Rapido e di alto valore : Fallo immediatamente
  • Valore più lento ma alto : Fai il prossimo
  • Valore veloce ma basso : Fallo quando hai tempo
  • Valore lento e basso : Non farlo

Ricorda che 'valore generato' non è esattamente la stessa cosa di 'economico'.


Un cambiamento ad alto costo che genererà grandi margini avrà un valore migliore di un cambiamento a basso costo che costa più di quanto genera. Se hai pochi soldi per apportare modifiche, tuttavia, dovrai iniziare con 'economico'. Assicurati solo che il cambiamento generi più di quanto costa ...


Uno strumento utile per l'analisi interna

L'analisi della catena del valore è un modo utile per esaminare le attività dell'organizzazione concentrandosi sulla generazione di valore. Può, quindi, essere utilizzato per pensare a punti di forza e di debolezza per Analisi SWOT e anche per identificare le opportunità. La chiave, come sempre, è raccogliere informazioni e fare il minor numero possibile di ipotesi: ciò genererà il massimo valore sia per te che per i tuoi clienti.




Continuare a:
Analisi del PESTELLO
Le cinque forze di Porter