Viaggi e freelance

Guarda anche: I migliori consigli per i liberi professionisti

Il lavoro autonomo e il lavoro autonomo possono essere entrambi molto flessibili. Molti lavori freelance possono essere svolti da casa senza la necessità di vedere i clienti o i clienti faccia a faccia. Tutto ciò di cui hai veramente bisogno è un computer e un telefono cellulare e potresti lavorare da qualsiasi luogo.

Questo è precisamente il punto di questa pagina. Potresti, infatti, lavorare da qualsiasi luogo.

Il freelance può essere combinato con viaggi di lunga durata, come un modo per darti un reddito e prolungare il tuo viaggio. Può anche essere combinato con la vita all'estero, permettendoti di trasferirti con un partner, o semplicemente vivere da qualche parte con un costo della vita inferiore e avere i tuoi soldi andare oltre. Questa pagina spiega alcuni dei vantaggi e degli svantaggi e suggerisce alcune cose importanti da considerare.




Lavorare, viaggiare e vivere all'estero: chi è coinvolto?

  • Il 'nomade digitale': freelance in viaggio

    come scrivere un'introduzione per un rapporto

    Il 'nomade digitale' è un viaggiatore professionista. Armati di laptop e passaporto, trascorrono la vita 'in viaggio', spostandosi da un luogo all'altro secondo la fantasia. Vivendo di una valigia o di uno zaino, finanziano i loro viaggi scrivendo o altri lavori freelance. Il loro obiettivo è vedere il mondo, senza perdere il contatto con il lavoro o andare in bancarotta.

    C'è di più su questo tipo di lavoro nel nostro guest post su essere un libero professionista itinerante .
  • L'espatriato: vivere e lavorare all'estero



    Il secondo gruppo di viaggiatori freelance sono quelli che si sono trasferiti all'estero in un luogo particolare. Potrebbero essersi trasferiti con un partner, o semplicemente perché il costo della vita è inferiore o volevano vivere all'estero, imparare una nuova lingua e sperimentare la vita altrove. Potrebbero essere stati liberi professionisti prima del loro trasferimento e si considerano liberi professionisti che semplicemente vivono e lavorano al di fuori del loro paese d'origine.

    Il grande vantaggio di questo approccio è quello i tuoi costi sono inferiori . I tuoi soldi vanno oltre e puoi quindi risparmiare di più, godertelo di più o vincere più lavoro riducendo i freelance di altri paesi con costi più elevati.

  • Il 'frequent flyer': vacanze e pause regolari, ma ancora in contatto con i clienti

    C'è un altro gruppo, che si inserisce da qualche parte tra i primi due. Il 'frequent flyer' ha una base di servizio, ma sfrutta anche appieno i vantaggi del lavoro flessibile e da remoto. Trascorrono del tempo visitando posti nuovi, lavorando mentre sono lì. Il principale svantaggio di questo approccio è che puoi trovarti a visitare posti favolosi e poi dover passare il tuo tempo a lavorare, perché pochi liberi professionisti possono permettersi di rifiutare il lavoro.



Cosa considerare

Prima di intraprendere una qualsiasi di queste linee d'azione, ci sono alcune cose che devi considerare.

  1. È giusto per me?



    La prima e più importante considerazione: è questa l'opzione giusta per te? Non tutti siamo tagliati per uno stile di vita nomade o per vivere lontano dalla famiglia e dagli amici. Anche con le comunicazioni moderne, a volte è ancora possibile sentirsi molto lontani da casa. Sii onesto con te stesso sul fatto che funzionerà, perché costruire una carriera da freelance è comunque difficile e non devi renderlo più difficile per te stesso.

    SUGGERIMENTO MIGLIORE! Stabilisci un limite di tempo


    Se non sei sicuro se provare a vivere all'estero o essere un nomade digitale, stabilisci un limite di tempo (diciamo, 6 mesi). Provalo per quel periodo e poi decidi se vuoi continuare.


  2. Ottenere l'attrezzatura giusta

    È vero che puoi lavorare da qualsiasi luogo con un laptop e un telefono. Tuttavia, ci sono questioni importanti da considerare, come l'accesso a banda larga, restare in contatto con i clienti e caricare il laptop e il telefono. Vale la pena considerare come prevedi di gestirli e se hai bisogno di attrezzature specialistiche .



    Se prevedi di viaggiare in aree più remote, dovrai controllare i segnali Wi-Fi e del telefono cellulare. Potrebbe essere necessario avvisare i clienti in anticipo che potresti non essere in contatto per periodi di tempo.

  3. Rimanere produttivi, ma NON perdere l'equilibrio tra lavoro e vita privata

    È importante trovare un equilibrio tra turismo e lavoro quando sei un libero professionista itinerante di qualsiasi tipo. Vuoi vedere il più possibile di ogni nuovo paese, ma devi anche pagare le bollette.

    Non è bene passare tutto il tempo a testa bassa davanti a un laptop, senza possibilità di fare amicizia, conoscere la cultura o godersi l'ambiente circostante. Allo stesso modo, se passi tutto il tuo tempo seduto nei caffè a chiacchierare, presto finirai i soldi.



    Prenditi del tempo per considerare come prevedi di lavorare e assicurati di rispettarlo.

    Ad esempio, potresti decidere di lavorare per determinate ore ogni giorno o di prenderti uno o due giorni interi ogni settimana per fare altre cose. È importante ricordare che sei responsabile della tua vita, quindi puoi infrangere le tue regole se lo desideri, ma solo se lo desideri, e non perché un cliente ti costringe a lavorare 24 ore su 24. Non è per questo che sei diventato freelance, dopotutto.

    Considera anche i suggerimenti per gestire la tua produttività durante i viaggi. Ad esempio, avere solo il bagaglio a mano è molto più efficiente che dover registrare i bagagli. C'è di più rimanere produttivo come libero professionista itinerante nel nostro guest post su questo argomento.

  4. Mantieni il tuo lavoro al sicuro

    Questo è collegato all'ottenimento dell'attrezzatura giusta, ma è abbastanza importante per la sua stessa voce: devi essere in grado di eseguire il backup dei tuoi dati nel caso in cui il tuo laptop venga perso o rubato o in qualsiasi altro tipo di disastro. Assicurati di ricercare e utilizzare in modo completo opzioni come l'archiviazione nel cloud e come mantenere i tuoi dati al sicuro. I tuoi clienti non ti ringrazieranno, ed è improbabile che siano comprensivi, se spieghi che hai effettivamente finito il lavoro, ma il tuo computer si è bloccato e hai perso una settimana di lavoro.

    Esegui il backup, ovunque tu sia, e comunque in ritardo. Non puoi permetterti di non farlo.




Puoi davvero guadagnare con i viaggi?

Per la maggior parte delle persone, il freelance è un modo per finanziare i viaggi. Alcuni, tuttavia, trovano il modo per rendere il loro viaggio davvero redditizio. Ad esempio, se scrivi un blog di viaggio, potresti essere in grado di ottenere sponsorizzazioni da marchi che vorrebbero presentare. Potresti anche essere in grado di ottenere commissioni per scrivere su luoghi particolari per riviste e siti web. Questo merita un'ulteriore considerazione in quanto potrebbe darti un motivo in più per viaggiare e / o lavorare come freelance mentre lo fai.

Flessibilità, divertimento e libertà

Viaggiare e lavorare come freelance è, per alcune persone, il migliore di tutti i mondi. Ti permette di unire la flessibilità e la libertà del freelance al divertimento del viaggio. Sì, devi essere organizzato, ma la maggior parte dei viaggiatori lo fa comunque. Il miglior consiglio per chiunque pensi che questa suona come la via da seguire per loro è di provarlo, almeno per un po '.

È più probabile che rimpiangiamo le cose annullate che quelle provate e abbandonate perché non del tutto giuste per noi.


Continuare a:
Trovare lavoro come libero professionista
Come diventare un nomade digitale: 9 consigli per freelance in un paese straniero