Sostenere l'apprendimento formale dei bambini

Guarda anche: Leggere con i bambini

Si è tentati di dire che ai bambini viene insegnato a scuola e spetta alla scuola andare avanti e insegnare a tuo figlio.

Questo, tuttavia, ignora il fatto che la scuola ha accesso a tuo figlio solo per circa sei ore al giorno, cinque giorni alla settimana, durante il periodo scolastico. Il resto del tempo, tu, come genitore del bambino, sei l'influenza chiave sul suo apprendimento.

È, quindi, infinitamente meglio decidere che tu e la scuola siete in collaborazione per sostenere l'apprendimento di tuo figlio. Ciò significa adottare un approccio diverso per supportare i compiti, la lettura e altri tipi di apprendimento. Questa pagina ti aiuterà a capire come farlo al meglio per te e tuo figlio.



Potresti anche leggere la nostra pagina su Sostenere l'apprendimento informale dei bambini .

Primi anni di scuola - Gestione del comportamento

I sistemi scolastici e l'età in cui i bambini iniziano l'istruzione formale variano ampiamente in tutto il mondo. Ben prima della scuola 'vera e propria', i bambini spesso frequentano la scuola materna o l'asilo nido dove possono apprendere abilità chiave come fare a turno, condividere e l'importanza di stare seduti immobili e in silenzio mentre qualcuno parla con loro.



In altre parole, si tratta spesso di imparare a comportarsi nel modo previsto che di apprendere formalmente come leggere o scrivere.

Questo è anche il momento in cui i bambini iniziano a prendere in considerazione gli altri bambini e le norme sociali. Potresti scoprire che inizi ad avere problemi come tuo figlio che dice:

'Ma non lo facciamo in questo modo all'asilo.'
'Il tal dei tali non è obbligato a farlo.'
'La signora X ha detto che avrei dovuto farlo in questo modo, e questo è sbagliato.'

Ci sono due modi principali per affrontare questo problema.

che tipo di grafico è la figura sottostante?

La tua prima opzione è spiegare che hai determinate regole, così come l'asilo nido e, in effetti, altre persone. Le regole possono essere diverse in luoghi diversi, ma ci si aspetta che tutti le seguano in quel luogo.



A seconda del problema, tuttavia, potresti non pensare che l'approccio sia sufficiente. Ad esempio, potresti pensare che la scuola materna sia troppo rigida o non abbastanza rigida. Se questo è il caso, potresti andare a discutere la situazione con lo staff. Può essere che tuo figlio abbia capito male o che stia succedendo qualcos'altro.

Anche se tuo figlio ha ragione, è importante ricordare che probabilmente c'è un motivo per la regola, anche se ancora non lo sai.

Al personale non dispiacerà certo che tu lo chieda educatamente e spieghi che stai cercando di essere coerente per evitare di confondere tuo figlio.


Apprendimento formale: le 3 'R'

Il primo vero passo nell'apprendimento formale sono le '3 R', lettura, scrittura e aritmetica o matematica. In altre parole, matematica e alfabetizzazione di base.

la critica che si concentra sul processo e sui risultati della comunicazione è indicata come

Ricorda: la coerenza è vitale



In altre parole, ciò che fai deve supportare e aiutare ciò che sta accadendo a scuola. Potresti, ad esempio, ottenere alcune cartelle di lavoro di base sulla fonetica, la grafia o la matematica, che sono ampiamente disponibili. Tuttavia, è utile verificare prima con la scuola in modo da ottenere qualcosa di coerente.

Per esempio:

  • Sono disponibili vari schemi fonetici diversi e sarebbe utile ottenere materiali dallo stesso schema, non ultimo in modo che le immagini siano familiari a tuo figlio.
  • Alcune scuole insegnano caratteri corsivi (pronti per unirsi) e altre insegnano a stampare. Se hai intenzione di ottenere una cartella di lavoro per la scrittura a mano, sarebbe utile se fosse nello stesso stile per evitare problemi.

Suggerimento!


Il modo migliore per ottenere coerenza è chiedere quali materiali utilizza la scuola.

Molte scuole organizzano seminari per i genitori per spiegare come insegnano matematica e alfabetizzazione e per mostrare come puoi aiutare a casa. Partecipa se puoi.

Se non puoi, chiedi di fissare un appuntamento con l'insegnante del modulo di tuo figlio e parla con loro dei materiali e dei metodi che usano e di cosa puoi fare a casa.




Per la matematica, puoi essere certo che qualunque sistema utilizzi la scuola, sarà diverso dal modo in cui ti è stato insegnato.

Se tuo figlio ha dei compiti di matematica e ti chiede di aiutarlo, potrebbe essere una buona idea chiedergli di spiegare come hanno fatto i conti a scuola. Ciò eviterà di cercare di insegnare loro un metodo alternativo e di confonderli.

come andare avanti quando vuoi arrenderti
Puoi trovare le nostre pagine su Istruire , e in particolare Coaching a casa molto utile per inquadrare le domande.
Puoi anche trovare le nostre pagine su Numerazione sono utili per diversi modi di spiegare questioni e problemi matematici.

Condivisione delle preoccupazioni

Se hai una preoccupazione per l'apprendimento di tuo figlio, l'opzione migliore è condividerla con il suo insegnante di classe il prima possibile.

Anche se la tua preoccupazione è che l'insegnante non stia tirando fuori il meglio da tuo figlio, è comunque una buona idea andare a discuterne. È probabile che sia ben consapevole del problema e che tu possa concordare una strategia per gestirlo insieme.

Man mano che tuo figlio cresce, potrebbe essere molto più difficile affrontare i problemi o contattare il proprio insegnante. I bambini più grandi sono generalmente tenuti a essere responsabili di se stessi, e questo include la ricerca di aiuto se stanno lottando.

Tuttavia, odiamo tutti ammettere che non possiamo fare qualcosa, quindi potresti dover incoraggiare tuo figlio a chiedere aiuto. Se necessario, puoi sostenerlo con un contatto diretto con la scuola.


Compiti a casa

I genitori odiano i compiti. Così fanno i bambini. Gli insegnanti si lamentano di doverlo impostare e contrassegnare.

Il motivo per cui sopravvive è un mistero, ma sopravvive sì. La sua popolarità va e viene, ma molte scuole continuano a fissare almeno alcuni compiti ogni settimana, o anche ogni sera.

L'approccio delle scuole ai compiti varia.

  • In alcune scuole, i compiti a casa sono strettamente correlati al lavoro in classe. Ci si aspetta che i bambini lo facciano in modo più o meno indipendente, con un po 'di aiuto se necessario.
  • In altre scuole, i compiti sono molto meno legati alla classe ed è più probabile che siano collegati a un argomento in corso. È anche più probabile che questo lavoro richieda un notevole coinvolgimento dei genitori, come aiutare a cucinare qualcosa o una visita a un museo.

Strategie di sopravvivenza per i compiti


Gli insegnanti raccomandano che:

  • Scopri quanto tempo ci si aspetta che tuo figlio dedichi ai compiti ogni notte o settimana e cerchi di seguire questa linea guida;
  • Se i compiti non sono completi dopo aver trascorso il tempo stabilito, o se tuo figlio ha trovato qualcosa di particolarmente difficile, scrivi una nota all'insegnante spiegando cosa è successo.

Se non lo fai, l'insegnante non saprà quanto tempo ci è voluto per i compiti o che tuo figlio sta lottando e nulla migliorerà. È anche utile far sapere all'insegnante di tuo figlio se tuo figlio ha svolto un lavoro in modo indipendente, soprattutto se i compiti di solito richiedono un aiuto.


Man mano che i tuoi figli crescono, i compiti cambiano e diventano specifici per materia. Dovrai anche supervisionare molto meno, se non del tutto. Potresti anche scoprire di non essere in grado di aiutare con domande specifiche per argomento.

Se tuo figlio sta lottando, tuttavia, dovrai aiutarlo a trovare una strategia per affrontarlo. Puoi trovare le nostre pagine su Abilità di studio utile.


Ricorda…

... tu e la scuola formate una partnership. Per supportare l'apprendimento dei tuoi figli, devi lavorare insieme.

cosa fa un segretario di club club

Trova subito una strategia che funzioni per te e costruisci relazioni con la scuola. Ti aiuteranno in caso di problemi.

Continuare a:
Sostenere l'apprendimento informale dei bambini
Educazione domestica e scolarizzazione a distanza