'Riduci, riutilizza, ricicla': come ridurre e gestire i tuoi rifiuti

Guarda anche: Risparmio energetico e risorse naturali

Un elemento importante della sostenibilità è non utilizzare più della propria giusta quota di risorse. Ovviamente, ciò richiede di considerare ciò che usi e se puoi ridurlo. Tuttavia, significa anche pensare a quello che hai non farlo usa: cioè quello che butti via.

La gestione dei rifiuti è un problema enorme nel mondo sviluppato e sempre di più anche nel mondo in via di sviluppo. Ogni anno inviamo migliaia di tonnellate di rifiuti alle discariche. Di recente, tuttavia, è cresciuta la consapevolezza del danno che stiamo facendo buttando via così tanto. Sempre più spesso, in tutto il mondo, le persone cercano di fare di più per 'ridurre, riutilizzare e riciclare'.

Questa pagina fornisce alcune idee che potresti utilizzare per questo scopo.




10 suggerimenti per aiutarti a ridurre, riutilizzare e riciclare

Ci sono tre modi principali per gestire i tuoi rifiuti: ridurre la quantità che produci, riutilizzare le cose (tra cui 'riproporre' e 'riciclare', dove trasformi i tuoi rifiuti in qualcosa di nuovo e migliore) e riciclare di più.

Esiste una certa sovrapposizione tra queste opzioni, in particolare 'ridurre' e 'riutilizzare'. Ad esempio, a che punto il riutilizzo dei sacchetti della spesa si ribalta nella riduzione dei rifiuti non utilizzando sacchetti monouso?



Questo elenco fornisce alcune idee su come ridurre, riutilizzare e riciclare di più.

1. Acquista solo ciò di cui hai effettivamente bisogno

Lo shopping su Internet ha incoraggiato tutti noi ad acquistare un cestino o un carrello standard di cibo ogni settimana o addirittura mese. È veloce e facile, ma è anche uno spreco.

È un'idea molto migliore pianificare i pasti per la settimana e acquistare ciò che effettivamente utilizzerai.

competenze necessarie per essere un personal trainer



Alcune persone suggeriscono che potrebbe anche essere meglio fare acquisti ogni giorno, o ogni pochi giorni piuttosto che solo una volta alla settimana, in quanto ciò ti assicura di mangiare il cibo al meglio. Tuttavia, per coloro che lavorano o hanno molti impegni, questo potrebbe essere un po 'meno pratico.

2. Tieni d'occhio le date di scadenza del cibo e usalo prima che si spenga

È una buona idea essere generalmente consapevoli di cosa c'è nel frigorifero e negli armadi e usarlo prima che si spenga.

L ''utilizzo' in questo caso può includere il congelamento o l'uso di qualche altra forma di conservazione, ad esempio stufare o fare marmellata con la frutta.

I produttori utilizzano diversi indicatori di data per informarti sulla durata di conservazione di un alimento. L'unico tu veramente è necessario preoccuparsi della data di 'scadenza' (vedere il riquadro).



Date di 'vendita entro', 'utilizzo entro' e 'da consumarsi preferibilmente entro'


Ci sono alcune importanti distinzioni tra i diversi tipi di date che le aziende alimentari mettono sui prodotti che acquisti.

  • Le date di 'vendita entro' sono a vantaggio dei supermercati . Sono lì per assicurarsi che il cibo sugli scaffali sia venduto all'incirca nell'ordine 'giusto', in modo che le cose più nuove e fresche sostituiscano quelle più vecchie. Non è necessario buttare via nulla solo perché è stata raggiunta la data di scadenza . In genere, circa un terzo della 'durata di conservazione' del prodotto rimane dopo la data di 'scadenza'.
  • Le date 'da utilizzare entro' riguardano la sicurezza, soprattutto nel Regno Unito. Oltre quel punto, il prodotto Maggio non essere sicuro da mangiare (e spesso non puoi dirlo dal gusto o dall'odore), quindi il consiglio degli organismi degli standard alimentari è non mangiare qualsiasi cosa oltre la sua data di scadenza. Se qualcosa è vicino alla data di 'scadenza', è una buona idea usarlo o bloccarlo. È possibile eseguire questa operazione fino a tale data inclusa, a condizione di aver seguito le istruzioni di conservazione sul prodotto.
  • Le date 'Da consumarsi preferibilmente entro' riguardano la qualità. Dopo quella data, il cibo potrebbe non essere al meglio in assoluto, anche se sarà comunque sicuro da consumare.

3. Acquista contenitori più grandi e usali per riempire quelli più piccoli

Per i prodotti che non si spengono, potrebbe essere meglio acquistare contenitori più grandi e ricaricare quelli più piccoli per l'uso quotidiano.

Ad esempio, se ti piace una bottiglietta di detersivo per piatti vicino al lavandino, tieni una bottiglietta e riempila da una molto più grande che tieni nell'armadio.

4. Porta con te i tuoi imballaggi nei negozi



La maggior parte di noi ora porta i propri sacchetti di plastica riutilizzabili nei negozi con noi, soprattutto ora che i sacchetti di plastica sono a pagamento in molti paesi. Tuttavia, puoi estendere ulteriormente questo principio.

cosa significano segnali non verbali?

Ad esempio, in realtà non è necessario mettere la frutta sfusa in un sacchetto di plastica: puoi semplicemente metterla nel carrello, soprattutto se usi un cestino all'interno del carrello per evitare che si ammaccino.

Fare un punto


Molte persone suggeriscono di rimuovere l'imballaggio da frutta e verdura al supermercato e di lasciarlo alla cassa, per 'fare il punto'.

Dopotutto, dicono, la frutta ha la sua buccia ed è completamente avvolta: non ha bisogno di plastica.

Questo probabilmente è un buon modo per fare un punto.

Tuttavia, puoi essere abbastanza sicuro che lo sia non un buon modo per garantire che l'imballaggio venga riciclato correttamente.

5. Considera se puoi cambiare ciò che usi per ridurre la quantità di rifiuti

Potrebbe essere possibile cambiare i prodotti che usi e trovare un sostituto che produca effettivamente meno rifiuti.

Ad esempio, sostituire il sapone con il gel doccia significa che non devi più smaltire una bottiglia di plastica monouso. Invece, hai un unico involucro di carta cerata intorno a quattro o anche otto saponette: molti meno rifiuti e anche più facilmente riciclati.

si chiama forma con 6 lati

6. Considera se quello che hai 'andrà bene'

Hai davvero bisogno di comprare qualcosa di nuovo? O potresti cavartela con quello che hai?

Molte persone stanno abbracciando questo approccio con i vestiti e stanno imparando ad amare di nuovo i vecchi preferiti. È anche possibile rammendare vestiti - dopotutto lo facevano i nostri nonni - e anche molti altri beni.

7. Prova a creare qualcosa di nuovo da quello che hai

Con vestiti e altri tessuti in particolare, puoi essere creativo e trasformare qualcosa che è un po 'usurato in qualcosa di diverso, soprattutto se sei bravo a cucire.

Ad esempio, lenzuola e copripiumini possono essere trasformati in federe, lasciando fuori i pezzi usurati. I copripiumini doppi possono anche essere tagliati per renderli singoli, dando loro una nuova prospettiva di vita.

Molte altre cose possono anche essere 'riutilizzate' con un po 'di pensiero e immaginazione, e siti come Pinterest sono pieni di idee per questo.

8. Considera se altre persone potrebbero usare ciò che non vuoi

Se sei stanco di qualcosa o non lo usi più, qualcun altro potrebbe trarne vantaggio?

I siti web di aste come eBay hanno trasformato questo in un business per molte persone, ma puoi anche seguire la strada vecchio stile e semplicemente donare cose al tuo negozio di beneficenza locale (dell'usato). Siti web come Freecycle esistono per cose che i negozi di beneficenza non vogliono.

SUGGERIMENTO MIGLIORE! Riciclo dei tessuti


In molte zone, i negozi di beneficenza possono e prenderanno gli stracci, compresi i vecchi vestiti che non possono essere venduti come vestiti, come i calzini con i buchi. Otterranno quello che viene chiamato 'peso di pezza' per loro, quindi l'associazione beneficerà.

Chiedi al tuo negozio di beneficenza locale se può portare gli stracci prima semplicemente getti vecchi calzini nei rifiuti generici.

9. Se il tuo consiglio locale non ricicla qualcosa, controlla se c'è un riciclatore specializzato

Ad esempio, ci sono un certo numero di aziende che riciclano, il che spesso significa 'ricaricare e vendere' vecchie cartucce per stampanti. Vale la pena esaminarlo, poiché molti ti invieranno persino una busta prepagata.

10. Inizia a compostare i tuoi rifiuti verdi

Il tuo consiglio locale potrebbe già raccogliere rifiuti alimentari. Tuttavia, se hai un giardino o vuoi coltivare alcune delle tue verdure, vale la pena considerare un piccolo composter o un vermeio. Puoi tenere un verme dentro e non avrà odore, ma volontà essere un ottimo modo per smaltire le bucce di verdura e fare qualcosa di utile.

quali sono i diversi tipi di grafici

Ogni piccolo aiuto

Può essere un cliché, ma nella posta in gioco della sostenibilità, e soprattutto quando si gestiscono i rifiuti, ogni piccolo aiuta davvero.

Puoi iniziare in piccolo, ma è probabile che man mano che procedi, troverai sempre più modi per ridurre, riutilizzare e riciclare i tuoi rifiuti. Forse potresti sfidare te stesso a produrre sempre meno ogni settimana ...?

Continuare a:
I vantaggi del miglioramento della sostenibilità
Gestire un'impresa sostenibile