Domande di lavoro e disabilità

Guarda anche: Domanda di lavoro

Le persone con disabilità possono dover affrontare sfide particolari nella presentazione di domande di lavoro e nella partecipazione ai colloqui.

La legge in molti paesi, compresi gli Stati Uniti e il Regno Unito, protegge le persone disabili dalla discriminazione nei colloqui di lavoro. Può essere ancora difficile, tuttavia, sapere quando e come sollevare l'argomento di una disabilità durante il processo di candidatura.

Questa pagina fornisce alcuni consigli pratici su come gestire la domanda e il processo del colloquio e su come discutere della propria disabilità.




In anticipo: fare la tua ricerca

Un ottimo momento per discutere della tua disabilità e scoprire se saresti in grado di svolgere il lavoro è prima di fare domanda.

La maggior parte degli annunci di lavoro contiene dettagli di contatto per ulteriori informazioni. Di solito si tratta del manager di linea del posto o di qualcuno delle risorse umane in organizzazioni più grandi. Chiamali e parla con loro dei requisiti del lavoro. Si aspetteranno chiamate da persone che vogliono saperne di più e parlare con te fa parte del loro lavoro.



Mentre ascolti i requisiti e ciò che stanno cercando, potresti scoprire di avere domande sul fatto che sarai in grado di svolgere il lavoro. Esplorali con la persona al telefono. Puoi essere completamente onesto in questa fase, perché vuoi evitare soprattutto di sprecare il loro tempo (e il tuo) facendo domanda per un lavoro che non puoi fare .

qual è il termine matematico per media?

Conversazione anonima o no?


C'è inevitabilmente una domanda se dovresti avere una conversazione completamente onesta con qualcuno che valuterà la tua domanda se dovessi presentarne una. Potresti, quindi, scegliere di non dare un nome o di dare un nome falso durante la conversazione.

Tuttavia, questo potrebbe ritorcersi contro se fai un'impressione positiva e la persona sta cercando la tua domanda sperando che tu abbia fatto domanda.

C'è anche un argomento secondo cui non vuoi lavorare in un'organizzazione che ti discriminerebbe perché sei stato onesto su una disabilità.

La linea di fondo è probabilmente fare ciò che ti senti a tuo agio nel fare.


Il modulo di domanda e il processo

C'è di più sul processo di candidatura per un lavoro in generale nella nostra pagina su Domanda per un posto di lavoro . Questa pagina discute le questioni specifiche dell'avere una disabilità.



Molte organizzazioni hanno i propri moduli di domanda e molte di queste hanno una pagina sulle disabilità. Queste pagine vengono solitamente estratte e conservate in modo confidenziale dal dipartimento delle risorse umane fino alla fine del processo di intervista.

Questa pagina, tuttavia, di solito è il mezzo con cui chiedere aiuto con la domanda o il processo di intervista. Questo potrebbe essere, ad esempio, nell'ambito del Guaranteed Interview Scheme, che garantisce un colloquio a qualsiasi persona disabile che soddisfi i criteri minimi per il lavoro (questo schema è gestito nei dipartimenti governativi nel Regno Unito e anche da altre organizzazioni).

  • Se hai bisogno di aiuto con la domanda o il colloquio, questo è il momento di rivelarlo.
  • Se non hai bisogno di aiuto con la procedura di richiesta, puoi scegliere di non rivelare la tua disabilità in questa fase. Tuttavia, tieni presente che può essere più difficile sollevare l'argomento in seguito. Potrebbe quindi essere importante menzionarlo ora, soprattutto se influisce sulla tua capacità di svolgere il lavoro.

Prima dell'intervista

Una volta che sei stato invitato a un colloquio, devi fare ancora un po 'di lavoro.

La nostra pagina su Capacità di intervista spiega cosa dovresti fare in generale, ma ci sono una o due aree che vale la pena considerare ulteriormente se hai una disabilità. In particolare:

1. Considera come risponderesti alle domande sulla tua disabilità.



La tua disabilità può o meno essere ovvia, quindi devi considerare se la menzionerai o meno.

Anche se non è appropriato che ti venga chiesto del precedente periodo di ferie per malattia o se hai beneficiato di prestazioni di invalidità, è del tutto ragionevole chiederti di che tipo di supporto avrai bisogno per svolgere il lavoro, il che a sua volta significa che hai bisogno per averci pensato un po '.

Ad esempio, se sei cieco, hai bisogno di versioni Braille o audio dei documenti? Hai un cane da assistenza che dovrà essere al lavoro con te? Saranno necessari adattamenti alle attrezzature?

2. Considera come spiegherai eventuali lacune nella tua storia lavorativa



Se hai avuto un periodo di malattia, dovrai essere in grado di spiegarlo in un modo che rassicuri il tuo potenziale datore di lavoro che la situazione è sotto controllo ed è improbabile che accada su base regolare. Ad esempio, potresti utilizzare un'istruzione come:

' Ho passato un lungo periodo in ospedale mentre le mie medicine venivano risolte. Non ho dovuto passare del tempo in ospedale da più di due anni e il mio medico ha detto che la mia situazione è stabile . '

Può anche essere utile spiegare perché e come sei sicuro di essere in grado di lavorare ora, soprattutto se questo è il tuo ritorno al lavoro dopo un periodo di assenza.

3. Supera il gioco

Cerca di anticipare le probabili preoccupazioni dell'intervistatore. Potresti essere in grado di attingere alla conversazione che hai avuto in precedenza con qualcuno nell'organizzazione o alla tua esperienza. Prepara le risposte a queste preoccupazioni in anticipo, in modo da poterle affrontare con sicurezza se vengono sollevate. È inoltre possibile utilizzare le risposte per dissipare preoccupazioni inespresse ma implicite.

Se hai bisogno di aiuto durante il colloquio, ora è anche il momento di telefonare e assicurarti di avere quell'aiuto. Ad esempio, se sei su una sedia a rotelle, il colloquio si terrà in un luogo accessibile? Qualcuno sarà disponibile a scortarti dall'ingresso se sei cieco? Se sei dislessico e c'è un test, avrai tempo extra per la lettura?


All'intervista

Per ogni intervistato, vale la pena prestare attenzione a come appari e come ti proietti durante l'intervista (e vedi la nostra pagina su Capacità di intervista per maggiori informazioni).

Soprattutto, durante il colloquio, concentrati sulle tue capacità, non sulle tue disabilità.

equazione per il volume di un cerchio

Spiega quali abilità potresti essere in grado di portare, alcune delle quali potrebbero essere un risultato diretto della tua disabilità. Concentrati su come le tue capacità aiuteranno l'organizzazione, non su come l'organizzazione dovrà aiutarti. Puoi anche scegliere di aumentare la tua disabilità attraverso le abilità che ti ha dato.

Se ti viene chiesto della tua disabilità, presumi che l'intervistatore desideri sapere di quale supporto avresti bisogno, anche se la domanda sembra ignorante o parziale.

Potrebbero non formulare la domanda nel modo più appropriato, soprattutto se non sanno molto della tua disabilità, ma concedere loro il beneficio del dubbio. Rispondi positivamente e spiega quale effetto ha la tua disabilità su di te e di quale aiuto o supporto avresti bisogno nel lavoro, nonché cosa possono aspettarsi che tu faccia per gestire la tua disabilità.

Un pensiero finale

È importante ricordare che un colloquio è un processo a doppio senso. Si tratta tanto di scoprire se vuoi lavorare lì, quanto di scoprire se l'organizzazione ti vuole.

Se scopri che non ti piace il modo in cui vieni trattato durante il colloquio, potrebbe essere un segnale. Tuttavia, dovresti essere pronto ad avere una conversazione aperta.

Più abilità di cui hai bisogno:
Scrivere il tuo CV o curriculum
Gestire la tua presenza online