Consapevolezza interculturale

Guarda anche: Comunicazione interculturale

La consapevolezza interculturale è, molto semplicemente, avere una comprensione della propria e delle altre culture, e in particolare delle somiglianze e delle differenze tra loro.

Queste somiglianze e differenze possono essere in termini di valori, convinzioni o comportamenti. Possono essere grandi o piccoli e sono molto importanti quando incontri o interagisci con persone che provengono da un altro background culturale.

Capire che persone di culture diverse hanno valori diversi è la base per buone relazioni interculturali.




L'importanza della consapevolezza interculturale

In un mondo multiculturale, la maggior parte di noi ha bisogno di almeno una certa consapevolezza interculturale ogni giorno. Per coloro che vivono o lavorano lontano dai nostri paesi nativi, o che vivono o lavorano a stretto contatto con quelli di un altro paese, è assolutamente vitale.

Ma anche solo per una vacanza di due settimane all'estero, la consapevolezza interculturale è una qualità vitale che può impedirti di offendere.


Una ricerca del British Council suggerisce che i datori di lavoro apprezzano le abilità interculturali, comprese le lingue straniere, ma in particolare la consapevolezza interculturale, la comprensione dei diversi punti di vista e la dimostrazione di rispetto per gli altri.



Ci sono quattro gruppi di persone che hanno maggiori probabilità di aver bisogno di consapevolezza interculturale:


  1. Espatriati
  2. Persone che lavorano a livello globale
  3. Persone che lavorano in team multiculturali
  4. Turisti

1. Espatriati

Gli espatriati, o espatriati, sono persone che vivono e lavorano lontano dal loro paese natale.

Solitamente impiegati da multinazionali piuttosto che da aziende locali, gli espatriati possono essere impegnati in distacchi piuttosto lunghi, forse da due a tre anni. Spesso sono piuttosto senior nella loro organizzazione e ci si aspetta che siano in grado di applicare le competenze apprese altrove nella nuova sede.

Mancanza di consapevolezza interculturale, e in particolare di il modo in cui si fanno le cose qui , possono spesso danneggiare o far deragliare gli incarichi di espatriati.

2. Persone che lavorano a livello globale



Anche coloro che risiedono nel loro paese natale possono, in un'economia globale, aver bisogno di lavorare con persone di altri paesi e culture. Un po 'di consapevolezza interculturale può impedire che offendano o si offendano inutilmente.

3. Persone che lavorano in team multiculturali

Pochissimi di noi non hanno almeno qualche contatto con colleghi o conoscenti non nativi. Alcune industrie e organizzazioni hanno un gran numero di lavoratori migranti, ad esempio l'assistenza sanitaria e sociale in cui gli infermieri sono molto ricercati e spesso reclutati dall'estero.

La consapevolezza interculturale aiuta a facilitare le interazioni collega-collega e collega-manager ea prevenire incomprensioni.

4. Turisti

Potresti pensare che due settimane di vacanza non giustifichino saperne di più sulla cultura del luogo che stai visitando. Ma come visitatore, ti piaccia o no, visto come un rappresentante del tuo paese. Ed è perfettamente possibile offendere inavvertitamente.



Caso di studio: sbagliare gravemente


Nel giugno 2015, la turista britannica Eleanor Hawkins è stata arrestata in Malesia. Il suo crimine? Insieme a molti altri, spogliarsi nudi in cima a una montagna che la gente del posto considerava sacra. Questo avrebbe potuto essere trascurato se non ci fosse stato un terremoto pochi giorni dopo, che la gente del posto ha attribuito allo spirito di montagna che era arrabbiato con il gruppo di turisti.

Nel Regno Unito, spogliarsi non è un grosso problema. Potrebbe offendere alcune persone se lo facessi in un centro città, ma è più probabile che faccia ridere. In Malesia è tutta un'altra cosa. Il viaggio di Eleanor Hawkins è stato interrotto e lei è tornata a casa più triste e più saggia.


Gradi di consapevolezza interculturale: uno spettro

Possiamo definire quattro livelli di consapevolezza interculturale, che possono essere ampiamente considerati come uno spettro.

Questi sono:

1 Il mio modo è l'unico modo

Le persone o non sanno, o non si preoccupano, che ci sia un altro modo di fare le cose.

Puoi vederlo nei bambini piccoli, che sono spesso sbalorditi quando sentono persone che parlano un'altra lingua perché non hanno mai pensato prima che qualcuno potrebbe non essere lo stesso di loro.

Due La mia strada è la migliore



A questo livello, le persone sono consapevoli che altre persone fanno le cose in modo diverso o hanno convinzioni diverse, ma non pensano che sia appropriato.

La loro strada non è l'unica, ma è inconfondibilmente la migliore. Potremmo chiamare questa visione del mondo l'approccio 'coloniale': ti mostreremo come farlo a modo nostro perché è la cosa migliore per te.

3

Ci sono diversi modi, a modo mio e altri

Le persone hanno una chiara comprensione che esistono altre visioni del mondo e che persone diverse si comportano e credono in modo diverso.

Non esprimono alcun giudizio sui meriti relativi di questi punti di vista nel loro insieme, ma riconoscono che culture e punti di vista diversi possono avere meriti diversi. Sono disposti a riunire il bene da diversi aspetti in modo sinergico.

4

A modo nostro

Questa fase finale riunisce le persone per creare una nuova cultura condivisa, che ha un nuovo significato per tutti.


Sviluppare la consapevolezza interculturale

Cosa puoi fare per sviluppare la consapevolezza interculturale? Ecco alcune idee:

  • Ammetti che non lo sai.
    Riconoscere la tua ignoranza è il primo passo verso l'apprendimento di altre culture.

  • Sviluppa una consapevolezza delle tue opinioni, supposizioni e convinzioni e di come sono modellate dalla tua cultura.
    Ponetevi domande come: cosa vedo come caratteristiche 'nazionali' in questo paese? Quale caratteristica 'nazionale' mi piace e non mi piace in me stesso?

  • Interessati.
    Leggi di altri paesi e culture e inizia a considerare le differenze tra la tua cultura e ciò che hai letto.

  • Non dare giudizi.
    Inizia invece raccogliendo informazioni. Poni domande neutre e chiarisci il significato prima di dare per scontato di sapere cosa sta succedendo. Vedi le nostre pagine su Interrogare e Chiarire per più.

  • Una volta raccolte le informazioni, inizia a verificare le tue ipotesi.
    Chiedi a colleghi o amici che ne sanno di più sulla cultura di te e rivedi sistematicamente le tue ipotesi per assicurarti che siano corrette.

    l'importanza di mantenere la riservatezza sul posto di lavoro
  • Sviluppa empatia.
    Pensa a come ci si sente ad essere nella posizione dell'altra persona. Vedi la nostra pagina su Empatia per più.

  • Cerca quello che puoi guadagnare, non quello che potresti perdere.
    Se riesci a trarre il meglio dalle opinioni e dalle esperienze sia tue che di qualcun altro, potresti ottenere un insieme molto più grande che andrà a beneficio di entrambi. Ma questo richiede che tu adotti un approccio che non necessariamente conosci meglio, e anche che non necessariamente conosci affatto.


L'importanza di celebrare la diversità

In ultima analisi, la consapevolezza interculturale porta idealmente a celebrare la diversità.

Cioè, riconoscere che tutti, indipendentemente dal background, abilità o esperienza, portano qualcosa di unico in tavola. Se, collettivamente, potete sfruttarlo e riunire le abilità di tutti, il gruppo può essere migliore della somma delle sue parti.

Continuare a:
Comunicazione interculturale
Cortesia - Come essere educati