Capacità di innovazione

Guarda anche: Capacità di pensiero creativo

Essere innovativi, o innovare, è un'abilità come le altre.

Ci sono persone che sembrano fremere di nuove idee, buttandole fuori a giorni alterni, o almeno così sembra. Tutti possiamo sviluppare le nostre capacità di innovazione con un po 'di pratica.

Le abilità e le tecniche del pensiero innovativo non sono solo vitali nel lavoro, ma utili anche nella vita di tutti i giorni, aiutandoci a crescere e svilupparci in nuove situazioni e pensare a come adattarci al cambiamento più facilmente.



Cos'è l'innovazione?

Definizione di innovazione


Innovare , v.t. Presentare come qualcosa di nuovo. Innovazione n. l'atto di innovare.

Chambers English Dictionary, edizione 1989.


Il processo per mettere in uso qualsiasi nuova idea di problem solving… L'innovazione è la generazione, l'accettazione e l'implementazione di nuove idee, processi, prodotti o servizi.

Kanter, R.M. (1984), The Change Masters: Innovation and Entrepreneurship in the American Corporation, Simon and Schuster, New York, NY.

L'innovazione è quindi, e in modo cruciale, non solo la generazione di nuove idee, ma la capacità di metterle in pratica quotidianamente.


Tipi di innovazione

A livello organizzativo, ci sono quattro categorie principali di innovazione, che possono essere distinte se il problema è ben definito e se è chiaro chi è nella posizione migliore per risolverlo.

Queste categorie di innovazione sono:

comunicare con tatto diplomazia e professionalità
  • Ricerca di base , dove non esiste un risultato chiaramente definito. L'idea è esplorare come funziona qualcosa. Molti commentatori ritengono che la ricerca di base non sia innovazione perché non implica l'applicazione delle nuove scoperte. Tuttavia, è un precursore essenziale di molta innovazione perché spesso è solo comprendendo come funzionano le cose che nuove idee emergono o possono essere applicate.
  • Sostenere l'innovazione , dove il problema è chiaramente definito ed è anche chiaro chi è nella posizione migliore per risolverlo. Un esempio di questo tipo di innovazione è l'iPod, dove Steve Jobs aveva la chiara idea che esisteva un mercato per un dispositivo che ti permetteva di 'mettere 1000 canzoni in tasca'. La natura dei problemi era chiara, così come le competenze necessarie per affrontarli.
  • Innovazione dirompente , che introduce nuovi approcci a vecchi prodotti o servizi. Un buon esempio di ciò sarebbe lo sviluppo delle compagnie aeree a basso costo, che eliminano le parti costose del servizio che le persone tendevano a non valutare e riducono radicalmente i costi.
  • Innovazione rivoluzionaria implica un cambiamento di paradigma e spesso, ma non sempre, richiede qualcuno dall'esterno per portare una nuova prospettiva. Un esempio potrebbe essere la scoperta della struttura del DNA, dove Watson e Crick hanno letteralmente capovolto il pensiero precedente.

Queste categorie possono essere mappate su una matrice:

La matrice dell

Influenze ambientali sull'innovazione

Ambienti diversi favoriranno diverse categorie di innovazione. Ad esempio, la ricerca di base viene svolta al meglio in un ambiente in cui c'è pochissima pressione per risolvere problemi particolari, ma in cui è apprezzata la ricerca della conoscenza fine a se stessa, come un'università. Molte aziende investono nella ricerca di base, tuttavia, spesso sponsorizzando tirocini e studenti nelle università.



Sostenere l'innovazione è il più probabile che emerga da un programma di ricerca e sviluppo consolidato in una grande azienda. Le grandi aziende possono investire nello sviluppo di nuovi modi di utilizzare la tecnologia esistente o nel migliorare la tecnologia esistente per renderla più economica o di migliore qualità e si aspetterebbero di vedere un ragionevole ritorno su tali investimenti.

Innovazione dirompente tende ad accadere quando emergono nuovi concorrenti in un settore consolidato, in parte perché una nuova azienda può pensare in modo diverso. È molto difficile innovare deliberatamente in modo dirompente, perché spesso non è chiaro quale sia il problema che stai cercando di risolvere. Le aziende che l'hanno fatto con successo tendono ad aver esaminato l'offerta esistente, e quindi hanno deliberatamente mirato alle aree che non soddisfano.

nella gestione del conflitto la strategia di confronto delle concessioni perdenti-perdi deve essere

Esempio


Gli hotel di Formule 1, in Francia, hanno esaminato i loro hotel esistenti accanto alle autostrade e hanno notato che tendevano ad avere grandi aree lounge che nessuno utilizzava e grandi camere da letto che sprecavano molto spazio, quindi avevano costi relativamente alti.

L'azienda ha ridotto questo spazio, inserendo più stanze e consentendo loro di offrire alloggi molto più economici, preferiti dai clienti che cercavano alloggi economici lungo la strada.



Innovazione rivoluzionaria tende ad aver bisogno di estranei perché chi già lavora nella zona ha 'sbattuto contro un muro di mattoni'. Le aziende affermate sponsorizzeranno spesso premi per l'innovazione per risolvere problemi particolari come un modo per introdurre questo nuovo modo di pensare.


Approcci alla gestione dell'innovazione e del cambiamento

Dopo aver studiato un gran numero di organizzazioni, Rosabeth Kanter ha suggerito che c'erano due approcci organizzativi all'innovazione e al cambiamento: integrativo e segmentalista.

Integrativo le organizzazioni trattano l'innovazione come un'opportunità e non come una minaccia. Tendono ad affrontare i problemi come un'intera organizzazione, piuttosto che in sezioni separate, e sono entusiasti delle nuove idee. In generale, queste organizzazioni sono più flessibili e disposte a cambiare.



Segmentalista le organizzazioni tendono a lavorare in silos, con ogni parte dell'organizzazione che affronta separatamente i problemi relativi al cambiamento e la direzione non assume una visione generale. Tali organizzazioni sono generalmente riluttanti a modificare la propria struttura o ad alterare le relazioni tra i diversi componenti dell'organizzazione, il che le rende molto rigide.

Kanter ha concluso che le organizzazioni integrative hanno gestito molto meglio il cambiamento e l'innovazione. Ha inoltre suggerito che le persone all'interno delle organizzazioni integrative hanno mostrato tre competenze chiave che erano vitali per la gestione dell'innovazione.

Tre competenze chiave per innovare


Abilità di potere:
Riuscire a persuadere gli altri a investire tempo e denaro in iniziative nuove e potenzialmente rischiose.

Vedi le nostre pagine su Abilità di persuasione e Gestione del rischio per più.


Capacità di gestione delle persone:
La capacità di essere in grado di affrontare efficacemente le difficoltà derivanti dal lavoro di squadra e, in particolare, dalla partecipazione o non partecipazione dei singoli membri del team.

Vedi le nostre pagine: Lavorare in un gruppo o in un team , Costruire la coesione del gruppo , e Comportamenti di gruppo difficili . Per capacità di gestione dei problemi più generali, vedere il nostro Risoluzione dei problemi sezione.


Capacità di gestione del cambiamento:
Comprendere come il cambiamento può essere progettato positivamente e infine costruito all'interno di un'organizzazione.

Vedi le nostre pagine su Cambio gestione per più.



Capacità di innovazione personale

Sebbene si parli spesso di innovazione e cambiamento come qualcosa di più importante per le organizzazioni e per coloro che lavorano al loro interno, le competenze necessarie per lavorare in modo innovativo sono cruciali nella vita di tutti i giorni.

a chi dovrei scrivere una lettera?



L'approccio utilizzato dalle organizzazioni integrative verso l'innovazione, di essere flessibili e adattabili e di trattare il cambiamento come un'opportunità, è un approccio utile anche per un individuo.

Le tre abilità chiave per innovare: abilità di potere, gestione delle persone e cambio gestione , se sviluppato e rafforzato, ti aiuterà ad adottare un approccio più sicuro, e quindi più rilassato, alle nuove situazioni. Questo, a sua volta, ti aiuterà ad affrontare più facilmente il cambiamento.

Continuare a:
Capacità di pensiero creativo
Risoluzione dei problemi e processo decisionale