Aiutare qualcuno ad affrontare il bullismo

Guarda anche: Bullismo un'introduzione

Può essere straziante come genitore vedere tuo figlio vittima di bullismo e non sapere cosa fare per aiutarlo. Questa pagina fornisce consigli su come aiutarli a sviluppare le capacità di sfidare e prevenire il bullismo in modo efficace, nonché su come supportarli nel segnalare e gestire il problema se si verifica.

Sebbene questa pagina si concentri sul bullismo infantile, molte delle informazioni sono rilevanti anche per gli adulti vittime di bullismo. La nostra pagina, Bullismo sul posto di lavoro , contiene informazioni più specifiche per fornire un supporto efficace a un collega che sta lottando con questo problema.


Prevenire il bullismo

Spesso non c'è motivo per cui qualcuno venga scelto come bersaglio del bullismo. Tuttavia, è anche spesso vero che coloro che sembrano vulnerabili hanno maggiori probabilità di diventare bersagli.



È quindi utile insegnare ai bambini a essere assertivi.

Le nostre pagine su Assertività dovrebbe aiutare qui.



Può anche essere utile praticare comportamenti che evitano il bullismo, come allontanarsi o rimanere calmi sotto pressione.

La pratica rende perfetti, quindi è una buona idea discutere e mettere in pratica questi comportamenti nel tempo, come parte dello sviluppo generale di tuo figlio.

Forma a 4 lati con lati disuguali

In particolare:

  • Incoraggia tuo figlio a 'camminare in alto', alzando la testa e le spalle indietro, uscendo a grandi passi con sicurezza.
  • Aiuta tuo figlio a svilupparsi fiducia in se stessi e resilienza .
  • Discuti le situazioni potenzialmente minacciose e come evitarle, ad esempio, utilizzando un altro percorso.
  • Non tollerare comportamenti aggressivi o spiacevoli da parte di tuo figlio o commenti dispregiativi su altre persone. Spiega perché questo tipo di comportamento o linguaggio non è accettabile e che rende infelici gli altri, anche se era inteso come uno scherzo.
  • Insegna a tuo figlio le tecniche (come la tecnica del 'cestino') per aiutarlo a scartare qualsiasi spiacevolezza diretta a loro.



La tecnica del 'cestino'


Questa tecnica, utilizzata da Kidpower per combattere il bullismo, è una forte tecnica di visualizzazione.

Quando qualcuno ti dice qualcosa di spiacevole, immagina di trasformare le parole in una pallina e gettarle nel cestino. Quindi sostituiscili con qualcosa di positivo.

Per esempio:

Se qualcuno dice ' Sei stupido ', Puoi buttarlo via e sostituirlo con' So di essere intelligente '.

Se qualcuno dice ' Non sono più tuo amico ', Puoi sostituirlo con' Troverò altri amici '.

Questa è una variazione di Programmazione Neuro Linguistica ed è molto potente.


  • Insegna a tuo figlio abilità sociali efficaci , per aiutarli a evitare l'esclusione dal gruppo. Ad esempio, mostra loro come chiedere di unirsi al gruppo.
  • Assicurati che i tuoi figli sappiano che l'azione fisica come colpire o calciare è inaccettabile. Un corso di autodifesa può aiutarli a capire la differenza tra aggressività e difesa e mostrare loro come difendersi senza essere aggressivi. Questo ti aiuterà sia ad affrontare il bullismo, sia a impedire che tuo figlio venga visto come un bullo.

Rilevare il bullismo

I bambini e gli adulti sono spesso riluttanti ad ammettere di essere vittime di bullismo. A volte questo è perché pensano che raccontare peggiorerà la situazione, ea volte è perché pensano che in qualche modo sia colpa loro.

In conclusione: nessuno chiede o merita di essere vittima di bullismo.

A volte puoi dire che qualcuno è vittima di bullismo a causa di alcuni segni:

  • Il loro comportamento può cambiare e possono diventare molto più introversi e non comunicativi;
  • Possono uscire di meno perché vengono esclusi dal gruppo;
  • Può sembrare che abbiano meno soldi perché vengono rubati;
  • Possono diventare molto ansiosi quando ricevono un messaggio di testo o e-mail, nel caso in cui sia sgradevole;
  • Potrebbero preoccuparsi di andare a scuola e persino giocare a vela. Questo può anche manifestarsi in mal di testa o altri segni di malattia durante i giorni di scuola;
  • Potrebbero iniziare ad andare meno bene a scuola.

Ci sono, tuttavia, molte cose oltre al bullismo che possono anche far preoccupare i bambini e quindi mostrare comportamenti simili.



Inutile dire che dovresti sempre incoraggiare i tuoi figli a parlarti di tutto ciò che li disturba. Può essere utile creare opportunità extra per parlare, magari facendo cose insieme come camminare o cucinare.

Puoi anche dire

'Sembri molto tranquillo. C'è qualcosa che ti dà fastidio? ' , o
'Ho notato…. Sta succedendo qualcosa? '

Se è un collega, potresti organizzare un'opportunità per parlare, come un appuntamento a pranzo, e chiedere loro se va tutto bene.

un modo costruttivo e non difensivo per rispondere efficacemente alle critiche rivolte a te è quello di



Una volta che sei consapevole del problema, puoi quindi aiutarli a gestirlo.


Aiutare qualcuno ad affrontare il bullismo

Se qualcuno ti dice di essere vittima di bullismo, è importante farlo ascolta attentamente senza giudizio o una risposta emotiva. Usa le domande per chiarire, ma fai attenzione a non usare le 'domande principali'.

Vedi le nostre pagine su Capacità di interrogare per più.

Sii consapevole dei tuoi sentimenti, forse a causa delle tue esperienze d'infanzia. Questi influenzeranno il modo in cui rispondi e potrebbero non essere di aiuto. Assicurati di applicare anche la logica e il pensiero razionale alla situazione, così come l'emozione.


Per ulteriori informazioni, puoi trovare la nostra pagina su Gestire le emozioni utile.


Rassicura la persona coinvolta che non è colpa sua.

Chiedi loro come vorrebbero portarlo avanti e quale supporto vorrebbero da te. Ad esempio, vorrebbero che tu venissi con loro per andare a parlarne con qualcuno?

Incoraggia una dimostrazione di fiducia in se stessi, ad esempio, mostrando loro come stare in piedi e camminare con sicurezza. Incoraggia anche una mancanza di reazione al bullismo, pur chiarendo che non si tratta di tollerarlo, si tratta di dimostrare che non ti interessa, quindi il bullo si arrende.

Incoraggiali a sviluppare nuove abilità o interessi, per dare loro un altro sbocco e qualcos'altro a cui pensare.

Mai:

  • Di 'a chiunque di picchiare il bullo, o anche di chiamarli per nome;
  • Ignora l'esperienza. Discutilo sempre con sensibilità e aiutali a pensare a come affrontarlo, anche se non ritieni che sia 'davvero' bullismo.

Quando (o se) accetti che la scuola / le risorse umane / i manager debbano essere contattati:

  • Aiutali a scrivere una sequenza temporale di ciò che è accaduto. Assicurarsi che siano il più specifici possibile in quanto ciò aiuterà qualsiasi indagine;
  • Fissa un appuntamento per vedere qualcuno, non presentarti. Potrebbe trattarsi di un professionista delle risorse umane, dell'insegnante di tuo figlio, dell'insegnante di pastorale o del capo dell'anno. Tuo figlio potrebbe avere opinioni forti su chi vorrebbe che tu vedessi, quindi preparati a essere flessibile;
  • Metti in chiaro nelle discussioni che vorresti lavorare con la scuola o il posto di lavoro per trovare una soluzione. È importante che non si mettano sulla difensiva e che tu non li accusi di nulla;
  • Ricorda che ci vorrà del tempo per scoprire cosa è successo. Chiedi quando potresti avere loro notizie o organizza una riunione di follow-up per discutere ulteriormente le cose.

Assicurati che continuino a tenere un registro di eventuali ulteriori incidenti (inclusa data, ora, cosa è successo e qualsiasi testimone) e comunicalo alla persona che se ne occupa. Può anche essere utile tenere un registro della loro risposta.

dimostrare la capacità di riflettere sulla pratica

Se non sei soddisfatto della risposta, hai diverse opzioni per l'escalation. Controllare il sito Web per le procedure di reclamo e la politica anti-bullismo e utilizzarla per andare oltre, se necessario.


Essere genitori di un bullo

Speri sempre che il tuo piccolo cherubino ben educato non si sognerebbe di fare il prepotente con nessuno. Ma anche i bulli hanno dei genitori.

Se tuo figlio è accusato di bullismo, devi prendere molto sul serio l'accusa.

Questo NON significa precipitarsi a scuola (o ai genitori dell'altro bambino) per affrontarli e accusarli di mentire.

Invece, significa ascoltando silenziosamente e razionalmente a ciò che viene detto e concentrandosi sulle prove. Ovviamente dovresti chiedere a tuo figlio la sua versione della storia.

Preparati, tuttavia, a considerare che tuo figlio potrebbe mentirti, soprattutto se le prove sono chiare.

Dovrai collaborare con la scuola per sviluppare una soluzione. La scuola probabilmente vorrà imporre sanzioni e potresti anche voler imporre le tue a casa.

Un pensiero finale ...

Il bullismo suscita sempre emozioni forti, spesso legate a esperienze personali. Quando aiuti qualcuno a far fronte al bullismo, o gestisci il bullismo, sii consapevole delle tue risposte emotive in quanto potrebbero offuscare la tua capacità di offrire consigli sensati.

Se necessario, cerca tu stesso supporto.

Continuare a:
Bullismo sul posto di lavoro
Cyber ​​bullismo