Dare e ricevere feedback

Guarda anche: Trattare con le critiche

Nella vita così come nel lavoro, è importante sapere come fornire un feedback agli altri, in modo efficace e costruttivo senza offendere.

quale poligono ha sei lati e sei angoli?

Ci sono molte opportunità nella vita per fornire agli altri un feedback, dal commentare il modo in cui il tuo collega ha svolto un compito, alla discussione del comportamento dei tuoi figli con loro.

Questa pagina si concentra sul processo di comunicazione con qualcuno su qualcosa che ha fatto o detto, al fine di cambiare o incoraggiare quel comportamento. Questo è spesso chiamato 'dare un feedback' e, quando lo fai, vuoi che il tuo feedback sia efficace.



'Feedback' è un termine usato frequentemente nella teoria della comunicazione. Vale la pena notare che questa pagina non riguarda ciò che potrebbe essere vagamente chiamato 'feedback di incoraggiamento', i 'sì, sto ascoltando' e gli 'uh-huh' che usi per dire a qualcuno che stai ascoltando.



Vedi la nostra pagina Capacità di comunicazione interpersonale per ulteriori informazioni sul 'feedback di incoraggiamento'.


Cos'è un feedback efficace?

Per i nostri scopi, definiremo un feedback efficace come ciò che è chiaramente ascoltato, compreso e accettato. Quelle sono le aree che sono in tuo potere. Non hai alcun controllo sul fatto che il destinatario scelga di agire in base al tuo feedback, quindi mettiamolo da parte.

Quindi come puoi assicurarti che il tuo feedback sia efficace?



Sviluppa le tue capacità di feedback utilizzando queste poche regole e presto scoprirai di essere molto più efficace.

1. Il feedback dovrebbe riguardare il comportamento e non la personalità

La prima e probabilmente la più importante regola del feedback è ricordare che non stai facendo commenti su che tipo di persona sono, o cosa credono o apprezzano. Stai solo commentando come si sono comportati. Non essere tentato di discutere aspetti della personalità, dell'intelligenza o di qualsiasi altra cosa. Solo comportamento.

2. Il feedback dovrebbe descrivere l'effetto del comportamento della persona su di te

Dopotutto, non conosci l'effetto su nessuno o su qualsiasi altra cosa. Sai solo come è fatto voi sentire o cosa voi pensato. Presentare un feedback come tua opinione rende molto più facile per il destinatario ascoltarlo e accettarlo, anche se stai dando un feedback negativo. Dopotutto, non hanno alcun controllo su come ti sei sentito, non più di quanto tu abbia il controllo sulle loro intenzioni. Questo approccio è privo di colpe, che è quindi molto più accettabile.



Scegli con attenzione la lingua del feedback.


Le frasi utili per fornire un feedback includono:

'Quando hai fatto [x], mi sono sentito [y].'
'Ho notato che quando hai detto [x], mi ha fatto sentire [y].'
'Mi è piaciuto molto il modo in cui hai fatto [x] e in particolare [y] a riguardo.'
'Mi ha fatto sentire davvero [x] sentirti dire [y] in quel modo.'

3. Il feedback dovrebbe essere il più specifico possibile

Soprattutto quando le cose non vanno bene, sappiamo tutti che si è tentati di iniziare dal punto di vista di 'tutto ciò che fai è spazzatura', ma non lo fai. Pensa a occasioni specifiche e comportamenti specifici e indica esattamente ciò che ha fatto la persona e come ti ha fatto sentire esattamente. Più è specifico, meglio è, poiché è molto più facile sentire parlare di un'occasione specifica che di 'tutto il tempo'!

4. Il feedback dovrebbe essere tempestivo

Non serve a niente parlare a qualcuno di qualcosa che ti ha offeso o fatto piacere sei mesi dopo. Il feedback deve essere tempestivo, il che significa che tutti possono ancora ricordare cosa è successo. Se hai un feedback da dare, allora vai avanti e fallo. Ciò non significa senza pensarci. Devi ancora pensare a cosa dirai e come.

5. Scegli il tuo momento



Ci sono momenti in cui le persone si sentono aperte al feedback e volte in cui non lo sono. Dai un'occhiata alla nostra pagina su consapevolezza emotiva e lavora sulla tua consapevolezza sociale, per aiutarti a sviluppare la tua consapevolezza delle emozioni e dei sentimenti degli altri. Questo ti aiuterà a scegliere un momento adatto. Ad esempio, una persona arrabbiata non vorrà accettare il feedback, anche se dato abilmente. Aspetta che si siano calmati un po '.

Il feedback non avviene solo nelle riunioni di feedback formali.


Ogni interazione è un'opportunità di feedback, in entrambe le direzioni. Alcuni dei feedback più importanti possono avvenire casualmente in un rapido scambio, ad esempio questo, sentito mentre due colleghi stavano preparando il caffè:

Maria (ridendo): ' Mi ricordi mia madre. '

Jane (il suo capo): ' Davvero perchè? '

Maria : ' Anche lei diventa molto scattante con me quando è stressata. '

Jane : ' Oh, mi dispiace così tanto, ti stavo prendendo in giro? Sono un po 'stressato, ma cercherò di non farlo in futuro. Grazie per avermelo detto e mi dispiace che tu ne abbia bisogno. '

Mary aveva, abbastanza casualmente, sollevato un serio problema comportamentale con Jane. Jane si rese conto di essere stata fortunata che Mary avesse riconosciuto il modello comportamentale da una situazione familiare e trasse le sue conclusioni.

Tuttavia, Jane ha anche riconosciuto che non tutti quelli con cui avrebbe lavorato avrebbero fatto lo stesso. Essendo stata informata del suo comportamento, ha scelto di cambiarlo. Mary aveva anche, casualmente o meno, fornito un feedback in linea con tutte le regole: si trattava del comportamento recente di Jane, quindi era specifico e tempestivo, e mostrava come Mary lo percepiva. Era anche un buon momento, quando Jane era rilassata e aperta alla discussione.


Ricezione di feedback

È anche importante pensare a quali competenze hai bisogno per ricevere feedback, soprattutto quando è qualcosa che non vuoi sentire, e non da ultimo perché non tutti sono abili nel dare feedback.

Sii aperto al feedback

Per ascoltare il feedback, devi ascoltarlo. Non pensare a quello che dirai in risposta, ascolta e basta. E nota anche la comunicazione non verbale e ascolta quello che è il tuo collega non dicendo, così come quello che sono.

Vedi le nostre pagine: Ascolto attivo e Comunicazione non verbale per maggiori informazioni.

Vedi le nostre ulteriori pagine: Interrogare , Riflettendo e Una precisazione per assicurarti di aver compreso appieno tutte le sfumature di ciò che l'altra persona sta dicendo ed evitare malintesi. Uso diversi tipi di domande per chiarire la situazione e riflettere la tua comprensione, comprese le emozioni.

Ad esempio, potresti dire:

'Quindi, quando hai detto ..., sarebbe giusto dire che volevi dire ... e sentito ...?'
'Ho capito bene che quando l'ho fatto ..., ti sei sentito ...?'

Assicurati che la tua riflessione e le tue domande si concentrino comportamento e non personalità. Anche se il feedback è stato fornito a un altro livello, puoi sempre riportare la conversazione sul comportamento e aiutare la persona che dà feedback a concentrarsi su quel livello.

Intelligenza emotiva è essenziale. Devi essere consapevole delle tue emozioni (autoconsapevolezza) e anche essere in grado di gestirle (autocontrollo), in modo che anche se il feedback provoca una risposta emotiva, puoi controllarla.

E infine…

Ringrazia sempre la persona che ti ha fornito il feedback. Hanno già visto che hai ascoltato e capito, ora accettalo.

L'accettazione in questo modo non significa che devi agire di conseguenza. Tuttavia, è quindi necessario considerare il feedback e decidere come, se del caso, agire in base a esso. Dipende interamente da te, ma ricorda che la persona che ha fornito il feedback si è sentita abbastanza forte da preoccuparsi di parlartene.

Fagli la cortesia di dare almeno una certa considerazione alla questione. Se non altro, con feedback negativo, vuoi sapere come non per generare di nuovo quella risposta.

Continuare a:
Dare critiche costruttive
Trattare con le critiche