Dare feedback ai partner

Guarda anche: Comunicazione in situazioni difficili

Dirlo così com'è: come dare un feedback al tuo partner che sarà pronto ad ascoltare.

La comunicazione è uno dei problemi più grandi in qualsiasi relazione. E forse uno degli aspetti più cruciali della comunicazione è come fornire un feedback efficace su qualcosa che ti dà fastidio. Troppo spesso, finiamo per urlarci addosso, incolpando a vicenda la scarsa comunicazione e il mancato ascolto. Ma non deve essere così.

poligoni con più di 4 lati

Cos'è un feedback efficace?

Pensiamo al feedback qui come a qualcosa che dici sul comportamento di qualcun altro, inclusi sia ciò che hanno detto sia ciò che hanno fatto. Di solito è progettato per portare a qualche cambiamento nel loro comportamento. Affinché quel feedback sia efficace, deve essere ascoltato, assorbito e quindi applicato.





Ci sono interi corsi dedicati a dare feedback nel contesto di una relazione di gestione, quindi perché è così difficile in una relazione personale? La risposta è che non deve esserlo. Adottando alcune semplici regole, anche tu puoi dare un feedback efficace al tuo partner in un modo che sarà facile da sentire.

Regola n. 1: si tratta di quello che hai fatto

Questa è forse la regola più importante di tutte nel fornire un feedback. Devi concentrarti sul comportamento e non su cosa c'è dietro.

Ciò significa che non dovresti fare alcun commento sulla loro personalità, ad esempio, uno che implica che il tuo partner è o non è un particolare tipo di persona. Dovrebbe solo riguardare il loro comportamento.

Considera la differenza tra:

'Sei una persona orribile egoista'



e

' Ti stai comportando come una persona orribile egoista '.

Nessuno dei due è esattamente qualcosa che qualcuno vuole sentire, né sarebbe descritto come positivo, o il modo consigliato per dare un feedback! Ma il primo implica che non ci sono cambiamenti possibili e che non ti piacciono davvero. Questo presumibilmente non è vero, altrimenti non sarebbero il tuo partner. Sei solo arrabbiato con loro al momento.

Il secondo, invece, dice ' So che sei una persona fondamentalmente simpatica ma, davvero, quello che hai appena fatto non era accettabile! È quindi molto più facile ascoltare e agire.

Regola n. 2: riguarda me, non te.

Non hai idea di cosa intendesse ottenere il tuo partner con ciò che ha detto o fatto. Tutto quello che sai è l'effetto che ha avuto voi . Allo stesso modo, a meno che tu non glielo dica, il tuo partner non ha idea dell'effetto che il suo comportamento ha avuto su di te.



Il tuo feedback dovrebbe quindi concentrarsi su ciò che hanno detto o fatto esattamente e quale effetto ha avuto su di te. Potresti dire, ad esempio,

'Quando sei uscito e mi hai lasciato a fare le pulizie l'altra sera, mi sono sentito dato per scontato.'
'Quando mi hai mandato quei fiori, mi hai fatto sentire davvero apprezzato.'

Non stai dicendo che il tuo partner aveva ragione o torto, ma solo come ti ha fatto sentire.

Regola n. 3: è molto specifica

Più specifico puoi essere sul comportamento, più facile sarà per il tuo partner cambiarlo. Supponi di dire:

' Tutto quello che hai fatto questa settimana mi ha fatto sentire davvero arrabbiato . '

Questo fa sembrare che il problema sia con te, non con loro. Stai solo passando una brutta settimana? Supponi invece di dire:

come calcolare l'area del rettangolo
' Mi fa arrabbiare quando lasci le scarpe in mezzo al pavimento. '



Potresti avere una brutta settimana e in qualsiasi altro momento potresti occuparti delle scarpe. Questa potrebbe essere la prima volta che accenni a questa particolare abitudine in un matrimonio di dieci anni. Ma in questo momento, il tuo partner sa esattamente cosa fare per migliorare la situazione.

Regola n. 4: si tratta di quello che è appena successo

Il miglior feedback è immediato, o almeno ampiamente nello stesso periodo di tempo. Non aiuta davvero nessuno a rastrellare cose che ti hanno infastidito un anno fa. Concentrati sul comportamento più recente e affronta ciò che sta accadendo adesso , non allora. Prima puoi farlo, meglio è. Tuttavia, considera prima la regola successiva!

Regola n. 5: viene data al momento giusto

Probabilmente tutti possiamo identificare il momento sbagliato: quando uno o entrambi siete stressati o arrabbiati, o quando siete stanchi, o affamati, o avete fretta di andare da qualche altra parte. Tutto ciò rende più difficile sia dare un feedback calmo e attento, sia ascoltarlo e rispondere positivamente.

Sì, ci sono momenti in cui ritieni che il feedback non possa aspettare. Vuoi davvero gridare.

Non farlo.

Davvero non aiuterà nessuno. Conta fino a dieci e fai un respiro profondo per calmarti prima di dire qualcosa. Non provare mai a dare un feedback quando sei arrabbiato.

Invece, aspetta di essere più rilassato e pronto a parlare: nel fine settimana, forse, o la sera. Sarà ancora attuale e recente. E assicurati di spegnere la televisione o di chiedere al tuo partner di posare il libro o il telefono. Segnala la tua intenzione, altrimenti potresti scoprire che ti stai ripetendo, il che non farà bene alla tua calma.




Sviluppare un'abilità richiede tempo

Infine, ricorda che fornire un feedback efficace è un'abilità e qualsiasi abilità richiede tempo per essere appresa e sviluppata. Non diventerai esperto nel fornire feedback immediatamente.

Ma puoi diventarlo immediatamente meglio , semplicemente seguendo queste semplici regole. Se li tieni a mente ogni volta che vuoi commentare il comportamento del tuo partner, dovresti presto scoprire che la comunicazione tra di voi migliora.

Continuare a:
Gestione dei conflitti nelle relazioni
Assertività nelle relazioni