Affrontare il fallimento

Guarda anche: Celebrando il successo

Abbiamo tutti giorni e settimane brutti, in cui nulla sembra andare per il verso giusto. Abbiamo anche tutti momenti in cui non riusciamo a ottenere qualcosa che volevamo davvero e abbiamo difficoltà a farcela.

Tuttavia, alcune persone sembrano molto più capaci di rialzarsi e rispolverarsi dopo queste esperienze rispetto ad altre.

Queste persone non sono intrinsecamente 'migliori' in alcun modo: hanno semplicemente sviluppato alcune abitudini e abilità positive che le aiutano a superare il fallimento e a trasformarlo in un'esperienza più positiva. In effetti, usano il fallimento come un modo per imparare e migliorare. Questa pagina discute e spiega alcune di queste abilità e mostra come sviluppare la capacità di affrontare con più garbo i fallimenti.




Capire il fallimento

Se riesci a incontrare il trionfo e il disastro e trattare allo stesso modo quei due impostori ...


Rudyard Kipling, Se.



Alcune persone, come Rudyard Kipling nella sua famosa poesia Se… , hanno suggerito che il successo e il fallimento sono due facce della stessa medaglia. In altre parole, nessuno dei due veramente questioni. Qualunque cosa accada, devi rialzarti e andare avanti. Questo approccio era forse tipico dei vittoriani. Sentivano che era importante essere in grado di vincere e perdere con grazia e che non era appropriato mostrare le proprie emozioni, siano esse felici o tristi.

Forse siamo diventati un po 'più saggi sull'importanza di riconoscere e mostrare le tue emozioni. Tuttavia, essere in grado di vincere e perdere con grazia è ancora un atteggiamento che potrebbe essere appropriato coltivare.

come aggiungere un negativo e un positivo

Non riuscire a vincere una competizione sportiva, in particolare un evento importante a cui lavori da diversi anni, o ottenere una promozione o un aumento di stipendio, può sembrare devastante in quel momento. Quando guardi indietro in seguito a tutta la tua vita, tuttavia, è improbabile che figuri come uno dei tuoi eventi determinanti, specialmente se in seguito hai avuto successo nello stesso campo. Quando l'umanità guarda indietro agli ultimi 500 anni, il tuo 'fallimento' di certo non sarà presente.

In altre parole, non importa molto a nessun altro. Tra pochi anni, non ti importa nemmeno. Ha senso che non dovrebbe importare ora.



Naturalmente, questo è più facile a dirsi che a farsi, ma ci sono cose che puoi fare che ti aiuteranno a fare in modo che 'non abbia importanza ora'.



Modi per gestire il fallimento

1. Riconosci e accetta le tue emozioni

Il fallimento fa male, almeno in prima istanza, e devi accettarlo. Cercare di minimizzare i tuoi sentimenti o distrarti può essere controproducente a lungo termine. Riconosci i tuoi sentimenti per quello che sono e concediti il ​​tempo di ferirti un po '.

Tuttavia, non soffermarti troppo a lungo. Anche questo è controproducente, soprattutto se incolpi te stesso.

Prenditi alcuni giorni affinché il dolore diminuisca, quindi inizia ad andare avanti.

2. Non renderlo personale

Uno dei motivi per cui alcune persone trovano devastante il fallimento è che la loro identità è legata al successo.

formula per l'area di un rettangolo



In altre parole, quando falliscono, vedono loro stessi come un fallimento, piuttosto che percepire di aver subito una battuta d'arresto. Cerca di non vedere il fallimento o il successo come personale: invece, è qualcosa che provi. Non cambia il vero 'tu'.

Questo torna al punto di Kipling: il successo e il fallimento non sono parti intrinseche di te. Nessuna parte della tua identità dovrebbe essere 'Sono un successo' o 'Sono un fallimento'.

3. Non preoccuparti di quello che penseranno gli altri

A volte le nostre opinioni sul successo e il fallimento sono legate a ciò che gli altri penseranno di noi o al modo in cui pensiamo che ci giudicheranno.

Non puoi mai controllare quello che pensano gli altri. Né dovresti mai fare qualcosa semplicemente perché piacerà ad altre persone.



È più facile accettare sia il successo che il fallimento se li definisci nei tuoi termini e fai le cose perché voi vuoi ottenere, non perché pensi che gli altri saranno contenti.

C'è di più su questa idea di misurarci con gli standard degli altri nella nostra pagina su ansia di stato .

4. Assumiti la giusta quantità di responsabilità

Abbiamo tutti incontrato persone che sono sempre pronte ad incolpare gli altri o gli eventi per la loro mancanza di successo.

  • 'L'arbitro era di parte!'
  • 'Non piaccio all'insegnante, ecco perché il mio voto era così basso.'
  • 'Se solo l'estate scorsa non fossi stato malato, non avrei perso diverse settimane di allenamento.'

È importante riconoscere quando altri fattori esterni hanno influenzato il tuo successo . Non hai bisogno - e non dovresti provare - di incolpare te stesso per tutto, soprattutto se è fuori dal tuo controllo.

Tuttavia, è anche importante riconoscere ciò che avresti potuto fare tu stesso per migliorare le cose. Ad esempio, avresti potuto allenarti o lavorare di più? La tua revisione è stata davvero tutto ciò che avrebbe potuto essere? Ti sei davvero preparato per quell'intervista nel miglior modo possibile?

Assumiti la responsabilità dei fattori sui quali hai il controllo e non essere tentato di nasconderti dietro scuse.

5. Usa il fallimento come un modo per migliorare

Non pensare al fallimento come a un fallimento. Invece, consideralo come il modo in cui la vita ti mostra che devi migliorare e come farlo.

In particolare, chiediti cosa avresti potuto fare diversamente per ottenere un risultato migliore. Quindi considera come potresti metterlo in pratica per aiutarti a migliorare per la prossima volta.

Case study: Risorgere dalle ceneri del fallimento


Nel 1999, la squadra dell'Inghilterra di rugby ha perso contro il Sud Africa nei quarti di finale della Coppa del Mondo. Jonny Wilkinson, il mediano volante, ha poi commentato di essersi sentito almeno in parte responsabile di questa deludente e anticipata uscita dalla competizione, perché non aveva giocato molto bene. Ha detto che questo lo aveva incoraggiato a lavorare di più negli anni successivi.

Wilkinson era noto per il suo approccio ossessivo alla pratica dei calci. Si è allenato per ore ogni giorno da posti leggermente diversi sul campo, fino a quando la sua precisione è diventata quasi leggendaria.

Nel 2003, la sua tenacia ha dato i suoi frutti. L'Inghilterra ha vinto la Coppa del Mondo nell'ultimo minuto dei tempi supplementari, con un drop goal di Wilkinson.

Sarebbe successo senza il 'fallimento' del 1999? È impossibile dirlo, ma lo stesso Wilkinson ha sicuramente attribuito parte del merito in quella direzione.

quale abilità di vita è strettamente correlata alla gestione dello stress

Pensa al fallimento in modo diverso e il tuo approccio sia al fallimento che al futuro sarà diverso.




Vincere e perdere con la grazia

Cerchiamo di insegnare ai bambini a vincere e perdere i giochi con grazia: accettare i 'due impostori come uguali'.

Diciamo loro di non 'cantare' o 'gongolare' quando hanno vinto e li incoraggiamo ad accettare la sconfitta quando hanno perso. Da adulti, le vittorie e le sconfitte potrebbero non essere necessariamente sul campo sportivo, ma forse tutti possiamo imparare un po 'dall'idea che il fallimento è solo temporaneo.


Continuare a:
Sviluppare una visione personale
L'importanza della mentalità