Coraggio | Essere coraggiosi

Guarda anche: Gestione dell'ansia da stato

Il coraggio non è l'assenza di paura. Le persone coraggiose provano paura, ma sono in grado di gestire e superare la loro paura in modo che non impedisca loro di agire.

Spesso usano la paura per assicurarsi di non essere eccessivamente fiduciosi e di intraprendere le azioni appropriate.

Come lo gestiscono? Si sono addestrati a gestire la loro risposta emotiva alla paura, in modo da gestirla piuttosto che gestirla. Questa pagina spiega come puoi imparare a farlo.



Cos'è il coraggio?

Il coraggio è una virtù molto apprezzata e molte persone famose e rispettate ne hanno parlato o scritto nel corso degli anni. Probabilmente abbiamo tutti un'idea di cosa intendiamo per coraggio, o coraggio come a volte è noto.

Ho imparato che il coraggio non era l'assenza di paura, ma il trionfo su di essa. L'uomo coraggioso non è colui che non ha paura, ma colui che vince quella paura.


Nelson Mandela



Le persone coraggiose si alzano contro le cose che le minacciano o le cose o le persone a cui tengono. Agiscono in modo coerente con i loro valori. A volte, tuttavia, l'azione richiesta non è necessariamente rumorosa, ma tranquilla e premurosa.

Il coraggio è ciò che serve per alzarsi e parlare; il coraggio è anche quello che ci vuole per sedersi e ascoltare.


Winston Churchill

L'altro punto di vista che viene spesso assunto per coraggio è che richiede l'assunzione di un rischio reale, ma con il pensiero.



Coraggio ed essere coraggiosi non significa precipitarsi alla cieca, ma pensarci e poi farlo comunque se è necessario.

Solo chi rischierà di andare troppo lontano potrà scoprire fino a che punto si può arrivare.


T. S. Eliot


I vantaggi del coraggio

Agire con coraggio generalmente ci fa sentire bene, perché implica il controllo delle emozioni.

Il fatto stesso che celebriamo così tanto il coraggio ci dice che è un'attività molto umana. Il coraggio, nel senso di agire in un modo che risponda al rischio in modo appropriato, non eccessivamente sicuro o in modo codardo, ci aiuterà anche a realizzare cose 'buone'.

Il coraggio ci aiuta anche ad agire contro coloro che minacciano o agiscono male. Il mondo occidentale ha tradizionalmente venerato il coraggio per se stesso; il successo non è necessario se si mostra coraggio.

Un esempio di coraggio


La celebrazione del coraggio come fine a se stessa è vista nella celebrazione nel Regno Unito di Robert Falcon Scott, un uomo che non solo ha fallito nella sua missione di raggiungere per primo il Polo Sud, ma è morto sulla via del ritorno, insieme a tre dei la sua squadra.

Spettacolare fallimento, ma inconfondibile coraggio: lui (e loro) conoscevano i rischi, ma ha scelto comunque di andare avanti con la loro spedizione.




Il coraggio governa e supera la paura e l'eccessiva fiducia

La paura e l'eccessiva fiducia in se stessi sono generalmente viste come emozioni indesiderabili. Ci fanno stare male, in quel momento o dopo.

Paura

La paura, come molte emozioni, è strettamente legata alla sopravvivenza.



Abbiamo paura delle cose che minacciano la nostra sopravvivenza e la nostra reazione è governata da una risposta adrenalinica (che di solito significa che siamo spinti a 'combattere' o 'fuggire'). Gli effetti fisici dell'adrenalina includono la pelle fredda e umida, poiché il sangue viene ritirato negli organi vitali per consentirti di scappare velocemente, la sensazione di 'farfalle' nello stomaco, brividi o tremori e persino battito di denti.

Avere paura ti dice quando sei preoccupato che potresti non sopravvivere a qualcosa. Tuttavia, come la nostra pagina su Gestire le emozioni sottolinea, la tua risposta emotiva potrebbe non essere razionale. Quasi certamente è legato alla memoria, forse un'esperienza passata, o qualcosa che potresti aver letto.

Le domande da porsi per mettere in gioco il coraggio includono:

  • Di cosa ho davvero paura? È la cosa giusta di cui aver paura? Dovrei averne questa paura - o razionalmente, dovrei avere meno o più paura?
  • Che male può effettivamente fare questa cosa a me o ad altri?
  • Quali sono le cose che potrebbero accadere a seguito delle mie azioni e / o inazioni?
  • Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere a seguito delle mie azioni e / o inazioni?
  • Quali sono i rischi per me e per gli altri?

Il coraggio ci dà la forza di valutare una risposta emotiva (paura) e di agire in modo razionale e corretto.

Fiducia eccessiva

La fiducia è un bene.



La fiducia ci dà il potere di agire in base alle nostre convinzioni, avere fede in noi stessi o negli altri e agire. Troppa fiducia tuttavia, significa che potremmo essere troppo pronti per agire e correre rischi inutili.

L'eccessiva sicurezza è più difficile da identificare della paura, perché è una sensazione molto positiva. La fiducia è buona, così come l'eccessiva sicurezza. Non abbiamo paura, perché non abbiamo valutato adeguatamente i rischi.

Per aiutare a identificare e superare l'eccessiva fiducia in se stessi, le domande da porsi includono:

  • Cosa credo di poter ottenere?
  • In che modo quello che faccio farà la differenza?
  • Come faccio a sapere che le mie azioni avranno un effetto? Come posso essere sicuro che non faranno alcun danno?

Rispondere a queste domande in modo razionale, e non con spavalderia, ti aiuterà a valutare se ti senti giustamente fiducioso o eccessivamente sicuro.


La paura e l'eccessiva fiducia sono due facce della stessa medaglia.

È importante sapere se tendi a soffrire di paura o di eccessiva fiducia in te stesso, in modo da poter lavorare su come superare quella debolezza, assicurandoti di agire con coraggio, e non essere sopraffatto dalle tue paure o correre rischi inutili a causa di -fiducia.

Sviluppare il coraggio, secondo Aristotele


Aristotele ha suggerito che coloro che tendono alla paura dovrebbero pensare a come praticare una maggiore fiducia, e coloro che tendono a comportamenti rischiosi dovrebbero considerare come possono imparare un maggiore rispetto per i rischi e pericoli reali di una situazione.

automotivato o automotivato

'L'uomo, quindi, che affronta e teme le cose giuste e con il giusto scopo, e nel modo giusto e al momento giusto, e che si sente sicuro nelle condizioni corrispondenti, è coraggioso.'

Aristotele, (1115b15-19) NE III.7


Trovare un equilibrio

Mostrare coraggio, al contrario di codardia o sfrontatezza / eccessiva sicurezza, significa trovare il giusto equilibrio, il che significa che devi pensarci in anticipo.

In definitiva, forse la domanda da porsi è:

Come mi sentirò quando ripenserò a questo? Sentirò di aver agito in conformità con i miei valori?

Se la risposta alla domanda è che ti sentirai a tuo agio di aver fatto ciò che è giusto ed è coerente con i tuoi valori, allora questo è un buon modo di agire.

D'altra parte, se sei preoccupato di sentire che stai ' scappato ' o ' erano un po 'spericolati ', Allora potresti voler pensare ad azioni alternative.

Fondamentalmente, cerca di non lasciare che le tue emozioni, che siano paura o eccessiva sicurezza, abbiano la meglio su di te, ma pensa razionalmente a ciò che vuoi fare e qual è la cosa giusta da fare nella situazione.


Comprensione e sviluppo dell

Ulteriori letture dalle competenze necessarie


Comprensione e sviluppo dell'intelligenza emotiva

Scopri di più sull'intelligenza emotiva e su come gestire efficacemente le relazioni personali a casa, al lavoro e socialmente.

I nostri eBook sono ideali per chiunque desideri conoscere o sviluppare le proprie capacità interpersonali e sono pieni di informazioni pratiche e facili da seguire.

Continuare a:
Gestione del rischio
Giustizia ed equità