Affrontare l'aggressività adolescenziale

Guarda anche: Capire l'adolescenza

Argomenti e disaccordi a volte possono sembrare una parte essenziale della vita familiare, specialmente durante l'adolescenza, con le porte sbattute che sono un evento comune.

Ma in alcune famiglie questo va molto oltre ei genitori si trovano soggetti ad aggressioni verbali o anche fisiche.

Anche se si è tentati di mettere questa cosa solo come una fase, nessuno dovrebbe sopportare questo tipo di trattamento.



Questa pagina fornisce consigli per tutti i genitori che lottano per gestire l'aggressività adolescenziale.


Aggressione adolescenziale: i fatti

L'aggressività adolescenziale è sorprendentemente comune.

Uno studio di Parentline Plus, un ente di beneficenza per i genitori, ha rilevato che il 60% delle chiamate alla linea di assistenza dell'ente di beneficenza tra ottobre 2007 e giugno 2008 riguardava l'aggressione verbale di un adolescente. Quasi un terzo, il 30%, delle chiamate riguardava l'aggressione fisica.

Chiaramente, le chiamate a una linea di assistenza di questo tipo provengono da persone che stanno lottando per gestire la situazione. È improbabile, quindi, che riflettano ciò che sta accadendo nella maggior parte delle famiglie.

Tuttavia, queste statistiche mostrano che un gran numero di coloro che si sentono incapaci di far fronte ai figli adolescenti stanno lottando per gestire un comportamento aggressivo.



Inoltre, cercare di gestire regolarmente l'aggressività e la rabbia è molto stressante. Lo stress continuo a lungo termine può essere molto dannoso per la tua salute e non dovresti affrontarlo.

Per ulteriori informazioni, potresti leggere le nostre pagine su Gestione dello stress .

Gestire te stesso

Nessuno dovrebbe affrontare la rabbia e l'aggressività costanti. Nessuno sta suggerendo che la rabbia o l'aggressività di tuo figlio sia colpa tua.

Tuttavia, ci sono modi in cui il tuo comportamento può sia aiutare che esacerbare la situazione.

Per esempio:

come puoi migliorare l'autostima?
  • Ricorda che sei un modello per tuo figlio.

    Se inizi a gridare e ti arrabbi, difficilmente puoi aspettarti che rimangano calmi e discutano in modo ragionato. Invece, devi rimanere calmo. Se necessario, potresti dover allontanarti dalla situazione per alcuni minuti finché non sai che puoi essere calmo.

  • Anche il tuo linguaggio del corpo deve essere calmo e non aggressivo.

    Ad esempio, potrebbe essere meglio evitare di sfidarli fissandoli negli occhi. Mantieni la tua voce sotto controllo ed evita di urlare. Per ulteriori informazioni, vedere le nostre pagine su Comunicazione non verbale .

    qual è il volume di qualcosa?
  • Cerca di usare un linguaggio meno stimolante e meno emotivo durante la comunicazione.



    Ad esempio, invece di dire 'A che ora lo chiami?' Quando arrivano in ritardo, prova a dire 'Sei molto più tardi di quanto mi aspettassi. Mi sono preoccupato per te. È tutto ok?'. Invece di chiedere risposte a domande dirette, dì 'C'è qualcosa che vorresti dirmi?'. Per ulteriori informazioni, vedere le nostre pagine su Comunicare con gli adolescenti e così via Assertività .

  • Assicurati di dare loro l'opportunità di esprimere il loro punto di vista e ascolta mentre lo fanno.

    Non essere tentato di rimproverarli. Invece, dai loro la possibilità di esprimere il loro punto di vista e poi rispondere con calma a ciò che hanno detto.

  • Non cedere alle urla e alle aggressioni.

    Proprio come con i capricci del bambino, cedere rafforza il comportamento che non vuoi (in questo caso, l'aggressività).

Per ulteriori informazioni su questi problemi, vedere la nostra pagina su Trattare con l'aggressività .


Aiutare tuo figlio ad affrontare la rabbia e l'aggressività

Sentirsi arrabbiati è una normale risposta degli adolescenti al mondo degli adulti.



Tuttavia, gli adolescenti, proprio come tutti gli altri, devono imparare a controllare la loro rabbia e non essere aggressivi nei confronti di coloro che li circondano. In quanto genitore, potrebbe essere utile insegnare loro alcune tecniche per gestire la rabbia.

Due tecniche di gestione della rabbia


  1. Concentrati sul tuo respiro



    Fai un respiro profondo e trattenilo per alcuni secondi (ad esempio, un conteggio fino a cinque) prima di espirare. Ripeti cinque volte. Concentrati solo sul tuo respiro. Questa tecnica, per quanto semplice possa essere, ti darà una breve 'pausa' e la respirazione è di per sé molto calmante.

    se moltiplichi due numeri negativi la risposta è positiva
  2. Tempo scaduto

    Quando sei veramente arrabbiato, può aiutarti a rimuovere te stesso dalla situazione per un po ', finché non sei più calmo. Dì semplicemente, con la massima calma possibile 'Ho solo intenzione di avere un po 'di tempo' e poi vai via. Quando sei lontano dalla situazione, concentrati sul calmarti, non sulla rabbia.


Per ulteriori informazioni sulla gestione della rabbia e sulle tecniche di gestione della rabbia, vedere le nostre pagine su Rabbia e Gestione della rabbia .

Affrontare la violenza

Se queste tecniche falliscono, tuo figlio potrebbe persino diventare fisicamente violento.

Se tuo figlio adolescente cerca di picchiarti, esci immediatamente, chiarendo che la violenza è inaccettabile.

NON cercare di reagire.

Family Lives, l'ente di beneficenza di sostegno, suggerisce di:

  • Dai spazio al tuo adolescente mentre è arrabbiato - ma parla con loro una volta che si sono calmati, e forse offriti di trovare loro un aiuto.
  • Sii chiaro sui confini e rispettali - gli adolescenti hanno bisogno di sapere cosa è inaccettabile.
  • Parla con la loro scuola per vedere se sono aggressivi anche lì. Alcune scuole possono avere accesso ad aiuti come la consulenza.
  • Organizza una consulenza - se tuo figlio è d'accordo sul fatto che c'è un problema e che sarebbe pronto a cercare aiuto, cerca di trovare un consulente adatto il più rapidamente possibile. Il tuo medico di famiglia o la scuola potrebbero essere in grado di aiutarti.

Ottenere aiuto per te stesso

Potrebbe non essere solo tuo figlio adolescente ad aver bisogno di aiuto. Affrontare l'aggressività è molto stressante, soprattutto per un periodo prolungato, e potresti anche aver bisogno di supporto e consigli.

Organizzazioni come Parentline Plus sono specifiche dei genitori e anche i Samaritani gestiscono una linea di assistenza disponibile in qualsiasi momento. Possono fornire supporto e consigli riservati e aiutarti a identificare dove trovare altro aiuto.

Anche il tuo medico o un altro operatore sanitario potrebbe essere in grado di aiutarti.

Ricorda...


Se non ti senti al sicuro, puoi chiamare la polizia. Non è molto carino, ma potrebbe essere necessario.

Continuare a:
Adolescenti e alcol
Adolescenti e droghe