Contratti per liberi professionisti: costruire relazioni con i clienti

Guarda anche: I migliori consigli per i liberi professionisti

La chiave per buone relazioni con i clienti è impostare e gestire le aspettative in modo efficace. Non dovrebbero esserci sorprese per nessuno di voi: entrambi dovreste sapere cosa avete promesso e cosa avete intenzione di mantenere entro quando. Ciò che viene consegnato dovrebbe anche essere ciò che il cliente si aspetta, anche se ha bisogno di alcune modifiche.

_____ sono importanti da possedere perché possono essere utilizzati in molti lavori e situazioni diverse.

Come puoi impostare le aspettative? Ciò richiede un processo di contrattazione. Non deve essere formale, ma deve essere chiaro e includere determinate informazioni. Questa pagina è progettata per aiutarti in questo processo e assicurarti di impostare buone relazioni con i clienti sin dall'inizio.


Impostazione di un contratto con un nuovo cliente

Essenzialmente, il contatto tra te e il tuo cliente che discute su come lavorerete insieme forma un contratto tra voi . Può essere informale, ma è comunque effettivamente un contratto. Non importa se è stato per telefono, e-mail o altri mezzi, stabilisce come lavorerai e quindi definisce le aspettative per il progetto o la relazione per entrambi.



Quando entri in contatto per la prima volta con un cliente, o lui si mette in contatto con te, devi stabilire come lavorerai. Questo dovrebbe includere:

  • Cosa ti aspetti di fornire e entro quando . Sii assolutamente chiaro su come lavorerai, cosa riceverà il cliente, come ti aspetti di comunicare e cosa può aspettarsi. Includere le disposizioni per la revisione del lavoro se non è del tutto corretto e il solito tempo di consegna.
  • I tuoi giorni e ore di lavoro e anche la velocità con cui prevedi di rispondere alle e-mail inviate durante l'orario di lavoro.
  • Come puoi essere contattato , anche fuori orario (o meno). Non è irragionevole fare affidamento sulla posta elettronica e non è necessario fornire il proprio numero di telefono o accettare Skype se non lo si desidera. D'altra parte, può essere più facile costruire una relazione con le telefonate, piuttosto che con le e-mail. Potrebbe essere necessario riprodurlo a orecchio.
  • I tuoi prezzi , sia in linea di principio, sia quanto ti aspetti dal costo del lavoro. Se addebiti a ore (o part-hour), spiegalo. Se puoi, dai un'idea ragionevole di quanto tempo ti aspetti che il lavoro richieda e quindi quanto potrebbe costare.



    SUGGERIMENTO MIGLIORE! Sopravvalutare i costi in ogni momento


    Ti ci vorrà un po 'per capire quanto velocemente puoi lavorare. Fino ad allora, assicurati di sovrastimare il tempo probabile e quindi il costo . I clienti sono sempre felici di pagare una fattura più piccola di quanto si aspettano. Uno che è più grande del previsto, tuttavia, potrebbe essere contestato.


  • Quando e come fatturerai e come desideri essere pagato . Potresti, ad esempio, dire che fatturerai immediatamente un acconto del 10% del costo stimato. Questo dovrà essere pagato prima di iniziare a lavorare. Potresti anche voler fatturare ogni mese il lavoro svolto per evitare una grossa bolletta alla fine, soprattutto per lavori lunghi o in corso. Dovresti includere informazioni su come desideri essere pagato, soprattutto per i clienti di altri paesi, poiché potrebbe essere difficile da organizzare. Ad esempio, può essere difficile organizzare bonifici bancari diretti da e verso determinati paesi. Vale la pena essere flessibili nel modo in cui sei disposto ad accettare il pagamento.

Se i lavori che ricevi sono relativamente piccoli, probabilmente puoi mantenere il tuo contratto informale. Per lavori più grandi o più costosi, potresti voler creare un contratto formale o una dichiarazione di servizi.

Chiedi sempre al tuo cliente di confermare per iscritto (anche se solo tramite e-mail) che concordano le tue condizioni, scadenze e prezzi prima di iniziare a lavorare.




Un pensiero sulle scadenze

Le scadenze sono essenzialmente una negoziazione.

Il tuo cliente ha un'idea di quando vorrebbe il lavoro. Hai un'idea di quando potresti restituirgliela. Si spera che i due andranno bene insieme.

Se davvero non puoi consegnare il lavoro entro la scadenza del cliente, è meglio dirlo e rifiutare il lavoro.



La qualità del tuo lavoro ne risentirà se proverai a farlo troppo velocemente. È meglio attenersi allo standard di qualità che si desidera ottenere e occasionalmente rifiutare il lavoro. Ricorda che i clienti non sanno necessariamente quanto tempo richiederà il lavoro: sanno solo quanto velocemente hanno bisogno del prodotto finito. Sta a te gestire le loro aspettative.

la comunicazione è qualcosa che gli ascoltatori fanno dagli oratori

Se non puoi farlo, è improbabile che il lavoro che fornisci soddisfi anche loro. Potrebbe essere meglio che tu stia alla larga.

Valutare potenziali clienti o non aver paura di rifiutare il lavoro

Imparare a valutare clienti e lavori e decidere quali sono per te, è un'abilità essenziale per i liberi professionisti. In sostanza, vuoi lavorare:

  1. Per organizzazioni o individui che condividono i tuoi valori e ti tratteranno bene ; e
  2. Per un prezzo che ti permette di vivere di quello che guadagni .

Quando inizi a lavorare per la prima volta, potresti dover accettare alcuni lavori che non sono perfetti. Anche se non hai abbastanza lavoro per riempire il tuo tempo, va bene, perché qualsiasi reddito è meglio di niente. Tuttavia, una volta che hai un flusso costante di lavoro puoi permetterti di iniziare a essere un po 'schizzinoso .



Fondamentalmente, dovresti essere in grado di raggiungere entrambe le ambizioni di cui sopra come libero professionista. Se sei preoccupato che un cliente non sia all'altezza del conto, dovresti considerare di rifiutare il lavoro.

Ad esempio, potresti trovare un potenziale cliente che richiede un lavoro di prova gratuitamente e sembra anche aspettarsi che tu lavori nei fine settimana. È perfettamente ragionevole NON fornire nulla gratuitamente, dopotutto, se chiedono a 10 freelance di scrivere un articolo gratuito per ciascuno, significa 10 articoli non pagati. È anche abbastanza ragionevole stabilire gli orari di lavoro e rispettarli. Se esponi le tue ragioni educatamente e loro lo stanno ancora chiedendo, allora potrebbe essere il momento di andartene.

come lamentarsi di un'azienda

Essere sempre gentile , ovviamente, e ricorda che non devi dire la verità.



Ad esempio, potresti dire che ti dispiace, ma al momento hai troppo lavoro, quindi dovrai rifiutare l'opportunità.

In alternativa, quotare un prezzo molto più alto del solito. Puoi facilmente giustificarlo con la potenziale usura del tuo umore e i livelli di stress della gestione di un cliente difficile.


Costruire relazioni richiede tempo ...

... ma non hai molto tempo quando ti impegni per la prima volta a lavorare con qualcuno come libero professionista. Definire chiaramente le aspettative può aiutare a rendere la situazione più chiara ed evitare sorprese in seguito.

Questo, a sua volta, migliorerà la relazione e aumenterà le probabilità di svilupparsi ulteriormente o di farti consigliare dal tuo cliente a qualcun altro. Vale la pena dedicare del tempo a questo.


Continuare a:
Gestione delle relazioni con i clienti in corso
Report di costruzione