Riservatezza

Guarda anche: L'arte del tatto e della diplomazia

La riservatezza e la capacità di mantenere segrete le informazioni quando necessario sono importanti in un'ampia gamma di circostanze. Ci possono essere molte volte, sia a casa che al lavoro, in cui qualcuno ti dice qualcosa, o ti accorgi di informazioni, che non dovrebbero essere diffuse ulteriormente.

Ma come puoi identificare quelle situazioni ed essere sicuro di agire correttamente?

Alcune informazioni sono sempre riservate, come le informazioni sulla salute o la storia medica di qualcuno, soprattutto se fornite a un operatore sanitario. Lo stato formale di altre informazioni potrebbe essere meno chiaro e il pettegolezzo ne sarebbe un buon esempio.



Imparare a navigare nelle acque agitate della riservatezza può essere molto impegnativo, ma questa pagina è progettata per aiutarti a farlo.


Cos'è la riservatezza?

Se qualcosa è riservato, è stato ‘ dato in confidenza ' , cioè, nella fiducia che sarà tenuto segreto. La radice della parola è ' confidare ' o per dire a qualcuno qualcosa di segreto, spesso a malincuore.

x è lo y percento di quale numero

Esistono molti tipi di informazioni ampiamente riservate, comprese le informazioni personali (nomi, indirizzi, dettagli di contatto e così via), informazioni mediche o sanitarie e informazioni sul comportamento, le abitudini e le attività delle persone. Alcuni tipi di informazioni sono protette dalla legge, comprese le informazioni personali.

È quindi utile essere consapevoli della situazione legale prima di condividere qualsiasi tipo di informazione su altre persone.



Riservatezza sul posto di lavoro


Ci possono essere molte circostanze sul posto di lavoro in cui si è a conoscenza di informazioni riservate. La nostra pagina su Riservatezza sul posto di lavoro li spiega in modo più dettagliato e suggerisce come essere sicuri che ciò che si sta facendo sia coerente con le aspettative e i requisiti legali.

Legge sulla protezione dei dati e riservatezza

Alcuni paesi e territori hanno leggi formali che disciplinano la protezione dei dati.

Questi includono il Regno Unito e l'Europa, dove il regolamento generale sulla protezione dei dati è entrato in vigore nel 2018. Il regolamento generale sulla protezione dei dati dell'UE, o GDPR, è insolito perché copre tutte le informazioni personali relative ai cittadini dell'UE, indipendentemente da chi detiene o elabora l'informazione. Vincola quindi le aziende di qualsiasi parte del mondo, se detengono dati sui cittadini dell'UE.

Indipendentemente da dove vivi o lavori, se detieni dati che possono aiutare a identificare una persona, inclusi nomi, indirizzi, altri dettagli di contatto e qualsiasi informazione sensibile come cartelle cliniche o coordinate bancarie, dovresti, in buona sostanza pratica:

  • Adotta misure per proteggere tali informazioni , ad esempio, proteggendo con password i file elettronici e bloccando in modo sicuro le informazioni cartacee; e
  • Assicurati di aver compreso la legge sulla protezione dei dati nella tua località , poiché ti colpisce. Potrebbe essere necessario richiedere una consulenza legale indipendente per essere sicuri di questo.



FERMARE! Chiedi prima di condividere


Un ottimo modo per essere sicuri di proteggere le informazioni personali di altre persone è sempre chiedere prima di condividerle. Che tu stia condividendo sui social media o semplicemente passando un numero di telefono a un amico, chiedi sempre alla persona interessata prima di farlo.


Riservatezza professionale

Alcuni professionisti sono a conoscenza di informazioni molto sensibili nel corso del loro lavoro. Per esempio:

  • Medici e altri professionisti sanitari avere informazioni sulla storia medica dei loro pazienti e sulle condizioni attuali. Questo tipo di informazioni potrebbe influire sulla capacità delle persone di ottenere lavoro, prestiti bancari, mutui e assicurazioni sulla vita.
  • Commercialisti conservare le informazioni sul reddito, le uscite e lo status fiscale dei propri clienti. Eventuali perdite potrebbero almeno causare danni alla reputazione.
  • Avvocati può avere informazioni sui casi giudiziari in corso. Ad esempio, nel Regno Unito, i casi dei tribunali familiari sono attualmente vincolati da norme sulla riservatezza, il che significa che a nessuno è consentito divulgare determinati dettagli del caso giudiziario a terzi.
  • Giornalisti sentono spesso informazioni riservate nel corso del loro lavoro. Ad esempio, può essere chiesto loro di non divulgare le proprie fonti o di conservare determinate informazioni per un periodo per evitare di pregiudicare un caso giudiziario.

Oltre ai requisiti legali, molti professionisti sono tenuti a rispettare la guida del proprio organismo professionale sulla riservatezza e l'organismo professionale ha i propri modi per far rispettare la conformità. Ad esempio, il Consiglio medico generale del Regno Unito emette orientamenti sulle buone pratiche per la gestione delle informazioni sensibili sui pazienti e tutti i medici del Regno Unito dovrebbero seguirlo. In caso contrario, si tradurrebbe come minimo in una censura e potrebbe essere abbastanza grave da comportare la perdita della licenza del medico per esercitare nel Regno Unito.


Pettegolezzo

Nessuna discussione sulla riservatezza potrebbe essere considerata completa senza toccare i pettegolezzi.

quale dei seguenti ti aiuterà a gestire il tuo nervosismo prima della presentazione?

Il pettegolezzo è definito come chiacchiere o scandalo. Si tratta, quindi, di informazioni non comprovate che vengono diffuse tramite conversazioni e discussioni. Può sembrare una chiacchierata oziosa con gli amici, ma diffondere accuse errate o false sugli altri può danneggiare irreparabilmente la reputazione e avere effetti a lungo termine sulla vita delle persone.



Anche solo fare la domanda ' Pensi che sia vero che il tal dei tali ha fatto il tal dei tali? 'Può avere l'effetto di diffondere ulteriormente le informazioni.

Come principio generale, condividere i pettegolezzi è una cattiva idea e dovrebbe essere sempre evitato.

Ora ti starai chiedendo quale sia la situazione in cui ti trovi conoscere che qualcosa è vero, ad esempio, perché uno di quelli coinvolti te l'ha detto.

Trasmettere informazioni che hai sentito da una terza parte è già abbastanza grave. Condividere le informazioni che ti sono state dette in confidenza dalla persona interessata è molto peggio.

Se te lo hanno detto in confidenza, significa che si fidano di te per non dirlo a nessun altro. Quindi non farlo . Puoi essere certo che la notizia tornerà alla persona che si è fidata di te, e sarà sia arrabbiata che ferita. È improbabile che il tuo rapporto con loro si riprenda.



Ovviamente, se ti chiedessero di condividere la loro versione della storia con altre persone, allora è diverso. Tuttavia, in tali circostanze, dovresti diffidare della possibilità di diffondere false informazioni su altre persone che potrebbero essere coinvolte in qualche modo . Puoi fidarti del tuo amico, ma le persone possono, abbastanza legittimamente, avere visioni molto diverse degli stessi eventi.

come prendere buoni appunti durante la lettura

In conclusione: evita di parlare di chi non è presente


Se non sei certo dei fatti, o non saresti completamente felice di dirglielo in faccia, è meglio non dirlo quando non ci sono.


Un principio guida per la riservatezza: fai come saresti fatto entro

Forse la migliore politica per assicurarti di gestire le informazioni in modo sensibile e di rispettare la riservatezza delle persone è considerare come ti sentiresti se fossero le tue informazioni personali e cosa vorresti che fosse fatto con esse. Naturalmente, se qualcuno ha spiegato come vorrebbero che le informazioni fossero gestite, è semplice. Altrimenti, ' Fa come tu vorresti sia fatto da 'È una regola semplice, ma estremamente potente.

Continuare a:
Cos'è l'empatia?
Abilità di mediazione