Evitare il burnout

Guarda anche: Suggerimenti per la gestione dello stress

'Burnout' è il termine usato per descrivere la sensazione di non essere in grado di far fronte a causa della pressione del lavoro.

Il burnout è generalmente uno stato di esaurimento a lungo termine e mancanza di interesse per il lavoro e tende a derivare da un lavoro eccessivo per un lungo periodo di tempo o da uno stress costante ed eccessivo.

trovare il coraggio di essere coinvolti

Sebbene originariamente si pensasse che il burnout derivasse direttamente da un eccesso di lavoro e stress, i medici ora pensano che sia molto più probabile che sia coinvolto un elemento di disposizione.



In altre parole, è molto improbabile che alcune persone soffrano di burnout, per quanto siano sottoposte a pressione, mentre altre potrebbero soffrirne senza essere sottoposte a quella che la maggior parte delle persone considererebbe un eccesso di pressione.

Cos'è il burnout?


Non esiste una definizione precisa di 'burnout'.

Anche i medici non hanno una codifica clinica precisa per il burnout perché i suoi sintomi sono spesso molto simili a quelli di depressione o altre malattie mentali.

Le persone che si considerano affette da burnout tendono ad essere molto, molto stanche e spesso hanno difficoltà a prendere decisioni.

Possono lottare per trovare l'energia per qualsiasi cosa. Possono anche soffrire di altri problemi di salute mentale come la depressione ma, anche se non raggiungono uno stato di malattia mentale clinica, possono soffrire di dubbi sulla loro capacità o efficacia, o bassi autostima .


Burnout e stress

Ci sono prove crescenti che un certo livello di stress è produttivo e persino necessario a molte persone per fornire motivazione. Ma lo stress eccessivo, soprattutto per un periodo di tempo prolungato, è generalmente accettato come un male per te.



Ci sono ragioni fisiologiche per questo. Quando sei sotto stress, il tuo corpo produce ormoni dello stress, inclusi cortisolo e adrenalina, l'ormone 'lotta, paura o fuga'. Questi ormoni preparano il tuo corpo per un'azione rapida e immediata, sia che si tratti di scappare o di combattere qualcosa.

Questi ormoni si sono evoluti, nel corso di milioni di anni, per provocare una reazione. Portano a veri e propri cambiamenti fisiologici: aumento della frequenza cardiaca, circolazione del sangue in parti cruciali del corpo, perdita di appetito. Averli costantemente presenti nel flusso sanguigno avrà quindi alcuni effetti piuttosto 'interessanti' sul tuo benessere a lungo termine.

Sarai nervoso, nervoso e spesso troppo emotivo, ed è molto logorante per il tuo corpo.

Non c'è da stupirsi che le persone che soffrono di stress a lungo termine siano stanche e possano ammalarsi.

Il burnout lasciato incustodito può portare alla ME / CFS che può diventare una condizione neurologica permanente.



ME o CFS?


ME (Mialgic Encephalopathy) e CFS (Chronic Fatigue Syndrome) sono nomi per una malattia debilitante che colpisce milioni di persone in tutto il mondo.

I malati di SM / CFS possono provare sensazioni di esaurimento per periodi di tempo prolungati. I sintomi includono ridotta concentrazione e scarsa memoria, oltre a effetti fisici come dolori muscolari e forti mal di testa.

Se pensi che tu, o qualcuno che conosci, possa avere la ME o la CFS, allora è importante cercare aiuto medico ed essere adeguatamente diagnosticato. Sebbene non esista una cura, ci sono trattamenti che possono aiutare.

Per ulteriori informazioni, vedere:

L'Associazione ME (UK)


Evitare il burnout

La prima cosa da ricordare è che una volta che si soffre di burnout, la natura della condizione significa che è molto difficile fare qualcosa al riguardo.

Parte del problema è che sei troppo stanco per preoccuparti di qualcosa.

Pertanto, farai davvero fatica ad apportare i cambiamenti necessari per migliorare la tua vita.

E mentre non c'è dubbio che ci sono individui che sono molto più inclini al burnout di altri, anche i più capaci alla fine inizieranno a lottare.

Lezione n. 1 Prevenire è meglio che curare

i movimenti e i gesti di comunicazione corporea sono indicati come

Impara a riconoscere presto quando soffri di stress e quando quello stress inizia a diventare un po 'troppo per te e tirati fuori dalla situazione.



Chiedi ad amici e colleghi fidati di aiutarti a identificare i tuoi 'racconti', i modi in cui puoi dire che sei stressato. Alcune persone scattano e diventano irritabili; altri tacciono. Elabora la tua tendenza, assicurati di notare quando accade, e poi fare qualcosa al riguardo.

Lezione n. 2 Dipende da te

Le prove suggeriscono che le situazioni più stressanti sono quelle in cui senti di non avere il controllo. La risposta a questa domanda è cercare di prendere il controllo della propria vita, almeno in piccoli modi.

Ad esempio, cerca di capire quali situazioni ti rendono stressato ed evitali. Probabilmente non dovresti cercare di evitarli del tutto, perché un po 'di stress ed essere fuori dalla tua 'zona di comfort' fa bene. Ma potrebbe essere meglio non accettare un lavoro in cui quelle situazioni costituiranno la maggior parte della tua giornata lavorativa. Se finisci in un lavoro del genere e inizi a trovarlo molto stressante, vedi se riesci a negoziare la tua strada per un'alternativa.



Se non puoi, potresti dover cercare un altro lavoro.

Nessun altro lo farà per te perché nessun altro sa cosa ti sta rendendo stressato.

Lezione n. 3 Cerca di sviluppare un buon equilibrio tra lavoro e vita privata

Un ottimo modo per evitare lo stress è avere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata (e vedere la nostra pagina su Equilibrio vita-lavoro per ulteriori informazioni su questo). Se prendi provvedimenti positivi per trascorrere meno tempo al lavoro e più tempo con la tua famiglia o per interessi personali, quasi per definizione diventerai meno stressato.

Il lavoro si espande per adattarsi al tempo.

Riduci il tempo e potresti scoprire di portare a termine il lavoro.

Case study: andare in canoa


Julie era la capogruppo di una squadra molto impegnata in un dipartimento governativo. Avevano molto lavoro urgente, spesso arrivavano nel tardo pomeriggio, e le lunghe ore di lavoro erano abbastanza normali. L'intero team, tuttavia, ha convenuto che non era una buona cosa da fare e tutti volevano ridurre le ore di lavoro in linea con la politica dipartimentale.

Julie stava cercando di partire alle 17:00 due giorni alla settimana per andare in canoa. Stava lottando per farlo, e di solito ne riusciva solo uno.

Dopo una chiacchierata con il suo manager, ha deciso di aumentare il numero di giorni che stava cercando di lasciare presto a tre, invece di due. Sebbene lei e il suo manager concordassero sul fatto che questo fosse controintuitivo, in effetti, ha avuto un risultato molto positivo.

Ha iniziato ad andarsene alle 17 almeno due volte a settimana. Il suo lavoro non ha sofferto ed è stata in grado di far fronte meglio alla pressione perché era fisicamente più in forma e più calma.

Lezione # 4 Fai qualcosa di attivo

Fare esercizio è un ottimo modo per ridurre il rischio di burnout. In primo luogo, coloro che sono fisicamente in forma sono comunque in grado di far fronte meglio alle richieste di lavoro e, in secondo luogo, l'esercizio rilascia endorfine, che ci aiutano a sentirci bene. È importante, tuttavia, non lanciarsi direttamente in una routine di esercizi vigorosi: aumentare lentamente e ascoltare il proprio corpo.

Vedi la nostra pagina: L'importanza dell'esercizio per maggiori informazioni.


In cerca di aiuto ...

Infine, se pensi che tu, o qualcuno che conosci, possa soffrire di burnout, è importante contattare gli altri e cercare aiuto.

Può sembrare che nulla migliorerà mai, ma chiedere aiuto è il primo passo per ottenerlo. Non dovresti sentirti in imbarazzo o vergognarti di parlare con il tuo medico e / o manager di come ti senti.

Non sentirti impotente, chiedi aiuto.

Continuare a:
Equilibrio vita-lavoro
Capacità di gestione del tempo
Cosa ti sta stressando? Quiz