I 10 principi dell'ascolto

Guarda anche: Ascolto attivo

Un buon ascoltatore ascolterà non solo ciò che viene detto, ma anche ciò che non viene detto o solo parzialmente detto.

L'ascolto efficace implica quindi l'osservazione del linguaggio del corpo e il rilevamento delle incongruenze tra i messaggi verbali e non verbali, oltre a ciò che viene detto in un dato momento.

Ad esempio, se qualcuno ti dice che è felice della propria vita ma a denti stretti o con le lacrime che gli riempiono gli occhi, dovresti considerare che i messaggi verbali e non verbali sono in conflitto. Forse non intendono quello che dicono.



Ascoltare quindi non è solo questione di usare le orecchie, ma anche gli occhi. Ci sono dieci principi alla base di un ascolto davvero buono.

Dieci principi per un ascolto efficace


1. Smettila di parlare

Non parlare, ascolta.

Se dovessimo parlare più di quanto ascoltiamo, avremmo due lingue e un orecchio.


Mark Twain



Quando qualcun altro sta parlando, ascolta quello che sta dicendo, non interromperlo, parlarne o finire le frasi per lui. Fermati, ascolta e basta.

Quando l'altra persona ha finito di parlare, potresti dover chiarire per assicurarti di aver ricevuto il suo messaggio in modo accurato.


2. Preparati ad ascoltare

Rilassare.

Concentrati sull'oratore. Metti fuori altre cose dalla mente. La mente umana è facilmente distratta da altri pensieri - cosa c'è per pranzo, a che ora devo partire per prendere il treno, se pioverà - cerca di allontanare altri pensieri dalla mente e concentrati sui messaggi che vengono comunicati.


3. Metti l'oratore a suo agio

Aiuta l'oratore a sentirsi libero di parlare.



Ricorda i loro bisogni e le loro preoccupazioni. Annuisci o usa altri gesti o parole per incoraggiarli a continuare.

come connettersi con i clienti al telefono over

Mantieni il contatto visivo ma non fissare: mostra che stai ascoltando e comprendendo ciò che viene detto.


4. Rimuovere le distrazioni

Concentrati su ciò che viene detto.

Non scarabocchiare, mescolare fogli, guardare fuori dalla finestra, raccogliere le unghie o simili. Evita interruzioni inutili. Questi comportamenti interrompono il processo di ascolto e inviano all'oratore messaggi che ti dicono che sei annoiato o distratto.


5. Empatia

Cerca di capire il punto di vista dell'altra persona.



Guarda i problemi dalla loro prospettiva. Lascia andare le idee preconcette. Avendo una mente aperta possiamo entrare in empatia più pienamente con chi parla. Se l'oratore dice qualcosa su cui non sei d'accordo, aspetta e costruisci un argomento per contrastare ciò che viene detto, ma mantieni la mente aperta alle opinioni e alle opinioni degli altri.

Vedi la nostra pagina: Cos'è l'empatia? per più.

6. Sii paziente

Una pausa, anche una lunga pausa, non significa necessariamente che l'oratore abbia finito.

Sii paziente e lascia che l'oratore continui a suo tempo, a volte ci vuole tempo per formulare cosa dire e come dirlo. Non interrompere o terminare mai una frase per qualcuno.

La nostra pagina su Pazienza ha più informazioni.


7. Evita pregiudizi personali

Cerca di essere imparziale.

Non irritarti e non lasciare che le abitudini o i manierismi della persona ti distraggano da ciò che l'oratore sta realmente dicendo.



Ognuno ha un modo diverso di parlare - alcune persone sono ad esempio più nervose o timide di altre, alcune hanno accenti regionali o fanno movimenti eccessivi delle braccia, ad alcune persone piace camminare mentre parlano - ad altre piace stare fermo.

Concentrati su ciò che viene detto e cerca di ignorare gli stili di consegna.


8. Ascolta il tono

Il volume e il tono si aggiungono a ciò che qualcuno sta dicendo.

Un buon oratore utilizzerà sia il volume che il tono a proprio vantaggio per mantenere il pubblico attento; tutti useranno il tono, il tono e il volume della voce in determinate situazioni - lascia che questi ti aiutino a capire l'enfasi di ciò che viene detto.

Vedi la nostra pagina: Parlare in modo efficace per più.

9. Ascolta le idee, non solo le parole

Devi ottenere il quadro completo, non solo frammenti isolati.

Forse uno degli aspetti più difficili dell'ascolto è la capacità di collegare insieme pezzi di informazioni per rivelare le idee degli altri. Con la giusta concentrazione, lasciare andare le distrazioni e concentrarsi diventa più facile.


10. Aspetta e osserva la comunicazione non verbale

I gesti, le espressioni facciali e i movimenti degli occhi possono essere tutti importanti.

Non ascoltiamo solo con le nostre orecchie ma anche con i nostri occhi: guardiamo e raccogliamo le informazioni aggiuntive trasmesse tramite comunicazione non verbale.

come migliorare le capacità di presentazione e le capacità di comunicazione
Vedi la nostra pagina: Comunicazione non verbale .



HURIER Modello di ascolto

L'acronimo HURIER viene talvolta utilizzato nei testi accademici per riassumere un modello di capacità di ascolto efficaci. Questo modello è stato sviluppato da Judi Brownell della Cornell University.

H - Audizione

'Udito' è qui utilizzato in senso molto ampio. Non si riferisce solo all'atto fisico dell'udito, ma anche alla raccolta di segnali non verbali e di altro tipo; tono di voce, linguaggio del corpo ed espressioni facciali, ad esempio.

U - Comprensione

Una volta che il messaggio è stato 'ascoltato', il passo successivo è capire. Ciò significa legare insieme tutti gli elementi dell ''udito' per creare una comprensione coerente di ciò che è stato comunicato. Fattori come la lingua e l'accento possono influenzare la tua comprensione.

R - Ricordare

Ricordare richiede concentrazione. Un ascoltatore efficace deve essere in grado di ricordare il messaggio che sta ricevendo nella sua interezza.

I - Interpretariato

L'interpretazione del messaggio si basa e migliora la comprensione. Interpretazione significa considerare fattori come il contesto in cui il messaggio è stato inviato. È importante sottolineare che qui l'ascoltatore deve anche essere consapevole ed evitare qualsiasi preconcetto o pregiudizio che potrebbe avere che potrebbe influenzare il modo in cui il messaggio viene interpretato.

E - Valutare

La valutazione richiede che l'ascoltatore mantenga una mente aperta sui messaggi che sta ricevendo e non salti a conclusioni su ciò che viene detto. Valuta tutte le informazioni e solo allora inizia a formulare una risposta.

R - Rispondere

Infine, la tua risposta dovrebbe essere ben misurata e dimostrare di aver capito cosa è stato comunicato. Potrebbe essere necessario utilizzare tecniche come una precisazione e riflessione come parte della risposta.


Il modello HURIER può essere un modo utile per descrivere e ricordare i componenti chiave di efficaci o ascolto attivo .

È importante capire, tuttavia, che i processi coinvolti non avvengono in modo lineare. Un ascoltatore efficace deve essere in grado di ascoltare, comprendere, interpretare e valutare simultaneamente il messaggio per poter formulare una chiara comprensione e una risposta appropriata.


Continuare a:
Tipi di ascolto
Barriere all'ascolto efficace